PAGELLONE Tsadjout fa il suo, Vazquez buca la partita, Sernicola pericoloso

Cremonese
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

CREMONESE

6

SARO

Sul gol poteva fare poco, per il resto quando deve intervenire lo fa con efficacia ma il coefficiente di difficoltà non è elevatissimo

FA IL SUO

6.5

ANTOV

Giocatore affidabilissimo, ha disputato una grande stagione, limita bene gli attaccanti veneziani, sul gol è la dinamica dell'azione a portare al gol Gytkjaer, lui non sbaglia

MASTINO

6 RAVANELLI

Gioca una partita di abnegazione, fa la sua parte, sul gol è bravo Pohjanpalo, nessuna colpa

ALL'ALTEZZA

6

BIANCHETTI

Il capitano non affoga in laguna ma è all'altezza, Busio scappa sul gol ma anche per lui come per Antov sul gol è bravo Busio a scappare via

DEGNO CAPITANO

5 ZANIMACCHIA

Bravo nella finale di andata, stavolta incappa in una serata in cui non riesce ad andare quasi mai via all'uomo, prova con una bella giocata in area ma pressato da tre difensori non riesce a trovare la porta, ha una chance lanciato in velocità ma Lella lo ferma (probabilmente però c'era fallo, ma fuori area), ad ogni modo stavolta toppa complessivamente

MANCA LO SPUNTO

6 PICKEL

Combattivo come sempre, nel finale un po' nervoso

SOLITO

6.5

CASTAGNETTI

La palla passa sempre da lui, va vicino al gol con un tiro da appena fuori area in cui calcia troppo centrale anche se forte (la prende troppo bene)

RIFERIMENTO

5 BUONAIUTO

Partita in cui gli riesce poco poi esce per un risentimento muscolare

SPENTO

6.5 SERNICOLA

Il più pericoloso nel primo tempo con il movimento ad accentrarsi e calciare, non trova però la porta, sempre vispo

VIVACE

4.5 VAZQUEZ

Cicca la partita più importante completamente e cede al nervosismo poi Stroppa lo toglie (anche se ha giocato malissimo forse si poteva lasciarlo, bene o male è l'unico che può inventare la magia che cambia la gara in una squadra di ottimi giocatori ma poco fantasiosi), peccato

LUNA NERA

6.5

TSADJOUT

Fa quello che gli chiede Stroppa e lo fa bene: movimento, sponde, attacchi agli spazi. Non calcia quasi mai ma Stroppa da lui voleva manovra e lui lo fa.

PROMOSSO

6 COLLOCOLO

Non gioca male ma non ha spunti importanti

ORDINARIO

5.5

CODA

Entra quando c'è già frenesia, non gli arrivano palloni buoni, sbaglia molto, ma lui era l'unico che potesse trovare il gol "da attaccante d'area" (io l'avrei azzardato)

TRISTE

5.5 FALLETTI

Difficile incidere nella fase finale della partita ma comunque non ci riesce

VORREI MA NON POSSO

SV

CIOFANI

Comparsata in campo, uomo-squadra fuori, parla da dirigente consumato

SIMBOLO DELLA CREMO DI QUESTI ANNI

SV QUAGLIATA

Pochi minuti

5 STROPPA

Facciamo una premessa importante: qui si valuta solo la partita di Venezia, durante l'anno Stroppa ha acquisito i suoi meriti e ha gestito benissimo le prime tre gare dei playoff (per la valutazione complessiva della stagione vi rimandiamo al video di analisi dove trovate il giudizio sulla sua stagione e cosa pensiamo su di lui per il futuro). Su questa gara ovviamente abbiamo il vantaggio del senno di poi, come sempre, ma per la verità dal via avremmo voluto più peso in area, per giocare anche sulle paure del Venezia, ci aspettavamo Coda titolare (unico giocatore dal gol facile di questa squadra) e Ciofani in campo prima (a venti minuti dalla fine con due gol da segnare), più difficile decidere su Vazquez (pessimo e a rischio rosso dopo il giallo ma anche unico in grado di inventare, toglierlo o non toglierlo). Stroppa sceglie di aggrapparsi alle sue certezze quindi ripropone il suo gioco: tanto possesso palla, manovra elaborata e spesso orizzontale, avversario schiacciato, tanti tiri ma pochi in condizioni favorevoli (infatti i gol attesi sono solo 0.94, non tanto). Il suo piano A, avremmo voluto qualcosa di diverso per questa partita e sul campo la sua scelta non ha funzionato (non abbiamo mai liberato l'uomo in area, anche Castagnetti ha avuto la sua occasione da fuori area): certo, può darsi che non avrebbero funzionato anche scelte diverse, ma non ha mostrato la stessa capacità di sorprendere vista a Catanzaro. Il Venezia tatticamente ha vinto la disfida (grazie anche a fisicità e intensità mentale). Con questo, il giudizio sulla stagione è più articolato e diverso da quello su questa partita (e vi rimandiamo all'analisi complessiva del video), lo ribadiamo perché così è chiaro che sono due cose diverse. Nelle interviste, comprensibilmente nervoso, si arrocca di fronte a qualche osservazione critica, ma è normale.

NON RISCHIA (Si affida alle sue certezze, avremmo voluto più coraggio)

6 ARBITRO

Manca una punizione dal limite su Zanimacchia ma Sozza non incide sul risultato.

ASSOLTO

VENEZIA JORONEN 6 SVERKO 7 IDZES 7 SVOBODA 7 CANDELA 6 TESSMANN 6 BUSIO 7 BJARKASON 6.5 ZAMPANO 6.5 GYTKJAER 7 POHJANPALO 6.5 PIERINI 6 LELLA 6 ALTARE 6 ANDERSEN 6 DEMBELE 6

Allenatore: VANOLI 7

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona