Ciofani: “Tornerà a sorgere il sole. La catena della vita e dello sport lo dimostrano”.

Cremonese
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

L’immagine dipinta in volto a capitan Ciofani è quella di una tremenda delusione per promozione sfumata. DC9 si presenta ai microfoni in sala stampa per commentare la finale persa contro il Venezia.

Daniel, ti abbiamo visto passeggiare molto concentrato prima della partita. Pensavi a questa come alla tua ultima finale?

“Lo faccio spesso: era la finale, l’ultima partita di una stagione lunga e complicata dopo la retrocessione dalla Serie A. Ho cercato di assaporarmi tutto, dagli avversari ai nostri tifosi. Si vive di sensazioni – risponde Ciofani – Questo è stato il mio settimo play-off tra serie C e B: ne ho vinti tre e persi tre, quella di stasera è stata la mia quarta sconfitta. Dispiace ma si riparte”.

Si riparte con la Cremonese?
“La Cremonese ripartirà e Daniel Ciofani ripartià. Non è questo il momento di parlare di me, sono molto amato in città. Mi sono sfogato piangendo prima, ero uno dei piu lucidi, sono il capitano e devo venire io a parlare”.

Cosa è mancato questa sera alla Cremonese per raggiungere l’obiettivo?

“Quando è arrivato il mister eravamo undicesimi e abbiamo fatto un percorso straordinario con lui. Poi se vogliamo guardare le partite contro Sud Tirol e Feralpi Salò (le due sconfitte che hanno cambiato il girone di ritorno e il destino della Cremonese, ndr) uno è libero di farlo, ma non porta a niente di buono”.

E alla Cremonese di questa sera cosa è mancato?

“E’ mancato il gol – risponde Ciofani senza indugi – Il Venezia ha giocato la sua partita: è una squadra fisica che si difende bene e riparte. Gli bastava il pareggio e ha trovato il gol sull’unica occasione creata. Questo suo modo di giocare l’ha portata in Serie A, quindi facciamo i complimenti al Venezia ma anche alla Cremonese, perché bisogna riconoscere quanto fatto in questo campionato”.

L’ambiente ha sempre sostenuto la squadra, accompagnandola fino all’ultimo anche oggi. Proprio perché sei il capitano e conosci bene Cremona, hai la sensazione che si possa ripartire?

“Assolutamente sì! – risponde Ciofani senza giri di parole – Questa è la mia 20^ stagione. Ho vinto campioanti e disputato playoff: ho vinto e ho perso, sconfitte cocenti e vittorie esaltanti. Dopo una Venezia, tornerà a splendere sempre a sorgere il sole. La catena della vita e dello sport lo dimostrano”.

Daniel, chiediamo anche a te quanto chiesto al mister: considerando la promozione diretta mancata e la sconfitta hai play-off, consideriamo fallimentare il bilancio stagionale oppure hai un’opinione diversa?

“Fallimentare è una parola che non fa parte del mio vocabolario. Non abbiamo centrato l’obiettivo promozione ma ci abbiamo provato fino all’ultimo secondo del 2 giugno. Lasciatelo dire a uno che è agli ultimi anni di carriera: la città e i tifosi sanno che ci abbiamo provato fino alla fine, come lo scorso anno quando siamo retrocessi. Assolutamente non fallimentare – insiste Ciofani – e resto orgoglioso di quello che ha fatto la squadra”.

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona