Gorini: “Avremmo meritato un gol. Spiace: probabilmente la testa non era quella giusta”.

Cremonese
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

Edoardo Gorini, visibilmente rammaricato per il risultato finale, commenta in sala stampa la sconfitta del suo Cittadella.

Mister, una partita che aveva poco da dire per la classifica anche se il Cittadella ha combattuto fino alla fine. Nel secondo tempo siete riusciti a creare alcune occasioni, mostrando un coraggio che però alla fine non ha pagato.

“Dispiace per la prestazione del primo tempo. Abbiamo preso gol troppo facilmente. Nella ripresa ho cambiato l’assetto della squadra e sostituito alcuni giocatori che non erano in grande forma: da quel momento abbiamo giocato la partita che avrei sperato di giocare nel primo tempo. Poi chiaramente – precisa il tecnico – la Cremonese ha qualità e giocatori: se le lasci spazio, prendi gol. In ogni caso, il fatto di averci provato e avere avuto coraggio sono aspetti positivi. Mi spiace solo di concludere il campionato in questo modo, un gol lo avremmo meritato. Probabilmente la testa non era quella giusta”.

Il Cittadella ha disputato un campionato dalla doppia faccia: vi siete salvati ma non siete riusciti ad andare ai play-off. Ha qualche rimpianto?

“Se a inizio campionato mi avessero detto che ci saremmo salvati con due giornate di anticipo avrei firmato subito. Per come si è sviluppata la stagione, però, c’è rammarico; soprattutto per aver disputato un girone di andata importante e non essere stati bravi a sfruttarlo. Poi vi sono quelle otto sconfitte: sicuramente abbiamo sbagliato qualcosa”.

Mister, un commento sui due giovani, Rizza e Cecchetto, quest’ultimo proprio oggi all’esordio.

“Cecchetto oggi era all’esordio e ha giocato con coraggio, peccato sia dovuto poi uscire per un problema muscolare. Rizza invece non è all’esordio, ha già disputato altre partite e oggi non ha giocato una partita esaltante. Alla lista aggiungerei anche Djibril, un ragazzo del 2006 che oggi ha esordito e al quale era giusto concedere spazio: per lui e Cecchetto, sicuramente, una giornata da ricordare”.

A proposito di esordi: tra le file della Cremonese oggi ha esordito Guido Dalla Rovere, fiore all’occhiello del settore giovanile grigiorosso. Che opinione si è fatto di lui?

“Una gran bella impressione – risponde senza indugi Gorini – E’ entrato in campo nel secondo tempo senza paura e con personalità. Ne avevo sentito parlare tanto ma non l’avevo mai visto giocare fino a oggi. Sicuramente se è entrato in campo significa che ha qualità, Stroppa è un allenatore che non ti regala niente. Auguro una carriera luminosa a Dalla Rovere”.

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona