Stroppa: “Prestazione di livello. Giusta l’espulsione di Johnsen e il gol annullato a Falletti”.

Cremonese
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

Partita pesantemente condizionata dalle decisioni arbitrali. Una direzione, quella del sign. Fabbri da Ravenna, che definire discutibile sarebbe fare della facile ironia. Un’espulsione inesistente per fallo di Johnsen (anche se come leggerete Stroppa è d’accordo con la decisione dell'arbitr). Un fallo dubbio fischiato a Castagnetti su gol poi annullato a Falletti. Un calcio di rigore netto non concesso alla Cremonese per fallo di mano di Marcandalli in area. Infine, ben sei ammoniti per la Cremonese a fronte di uno solo per la Reggiana (oltre a mister Nesta ammonito dalla panchina).

Mister Stroppa, quanto pesano le decisioni arbirali sul risultato finale?

“Non ho ancora visto il fallo di mano in area. L’espulsione di Johnsen per me è giusta. Il gol annullato anche questo è giusto perché Castagnetti ha fatto fallo. Riguardo le ammonizioni, penso che non ci sia stata coerenza nella decisione dell'abitro. Noi siamo stati sanzionati ma non è stato usato lo stesso metro nei confronti della Reggiana in almeno due o tre ripartenze”.

Finisce la striscia di quattro cleansheet consecutivi da inizio 2024. Dopo sei partite in casa senza subire gol (l’ultimo era contro il Sud Tirol), la Cremonese incassa gol dalla Reggina per colpa di Lochosvhili che si perde Maracandalli in marcatura.

“Potevamo marcare meglio sugli angolo. Spiace aver perso Ravanelli questa notte (era indisposto, ndr)”.

Nel secondo tempo Johnsen è sembrato uscire dalla partita e faticare sopratutto a tutta fascia. E’ d’accordo?

“Johnsen ha giocato un’ottima partita. Nel secondo tempo sono saliti in cattedra Vazquez e Falletti nel palleggio e potevamo servirlo meglio. Mettiamo tutto sulla bilancia: nel primo tempo è stato incisivo mentre nella ripresa l’ho visto più estraniato dal gioco. Penso sia solo questione di abitudine – precisa il tecnico – La mia difficoltà è mettere dentro cambi che possano portare valore aggiunto. La gestione della palla è stata eccellente, ottima anche la reazione dopo il gol. Aggiungo, prestazione di livello. E’ mancato solo il gol alla fine”.

La catena di destra ha funzionato poco, con Sernicola schiacciato e Ghiglione che ha dato poco. Abrego qualcosa in più ma non molto. Zanimacchia al contrario, quando è entrato, ha saputo essere incisivo.

“L’ho messo dentro apposta. Ghiglione sì, poteva brillare di più quando ne ha avuto la possibilità. Tornando a Zanimacchia, è entrato molo bene ed è stato incisivo”.

Quanto rammarico c’è per le occasioni non concretizzate nel primo tempo? Ne contiamo due di Vazquez, una di Coda e una di Lochoshvili

“Il rammarico è non avere due punti in più in classifica per una squadra che ha meritato”.

In campo contemporaneamente Vazquez, Johnsen e Falletti. E’ soddisfatto delle prestazioni dei tre?

“Sono soddisfatto del Johnsen del primo tempo, meno di Vazquez e di Falletti. Al contrario, sono meno soddisfatto di Johnsen nella ripresa ma più soddisfatto di Vazquez e Falletti. Dobbiamo comunque lavorare di più rispetto a quel poco tempo che i nuovi arrivati hanno avuto finora. Hanno nelle gambe la qualità per giocare insieme. E aggiungo anche Zanimacchia, perché se se gioca come ha fatto oggi è un giocatore strepitoso”.

Infine, una domanda sulle gerarchie tra i pali. Abbiamo visto di nuovo in campo Saro tra i pali titolare. In assenza di Jungdal, lo consideriamo il portiere titolare?

“Su Saro, ripeto quello che ho detto a Lecco. Strada facendo vediamo a quale livello arriva Lievieri, non cambio opinione dopo tre allenamenti”.

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona