Pecchia:"Voglio una squadra con una identità forte, ora valuteremo sul campo se e di cosa c'è bisogno sul mercato"

Cremonese
coverimage
Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

Fabio Pecchia fa il punto dopo i primi giorni di ritiro e di lavoro con la nuova Cremonese 2021-2022.

Ci può fare un bilancio di questa prima settimana di lavoro?

"Il primo giorno non siamo potuti andare sul campo ma era già un giorno di lavoro per noi, ho trovato quasi tutti se non tutti in buone condizioni. Abbiamo iniziato subito col nostro programma di lavoro, un metodo di preparazione conosciuto da chi c'era già mentre i nuovi avranno bisogno di un pochino di tempo per conoscerlo. Sui giovani voglio dire che vedendo l'Europeo ho visto tante squadre con ragazzi nati dopo il 2000 titolari, da noi è un po' diverso. Sul lavoro svolto dal club devo dire che i giocatori nostri che volevamo confermare e riportare con noi siamo riusciti a riaverli, sono quindi contento. Siamo comunque solo all'inizio, abbiamo molto da lavorare e il mercato è ancora lungo"

Quanto questa squadra la sente sua?

"Siamo alle prime battute e non posso dirla mia ma questa squadra dovrà diventare riconoscibile, avere una sua identità, proseguire il lavoro svolto nel finale della scorsa stagione. La Cremonese deve essere riconoscibile da tutti. I nuovi arrivati ci daranno qualità ed energia, ora dobbiamo inserirli"

A livello di difensori centrali il pacchetto è già quasi completo, quanto può essere importante partire subito a cercare un'intesa fra loro?

"La squadra ha i numeri per poter lavorare dando un senso agli allenamenti, anche in una squadra già rodata un elemento nuovo anche singolo può cambiare gli equilibri tattici e di spogliatoio, per inserire i nuovi avremo quindi bisogno di tempo. Abbiamo bisogno di capire di cosa ha bisogno la squadra e come si integrano i giocatori fra loro. E' un momento di valutazione per me".

Quanto è importante partire con un gruppo quasi al completo?

"Era una delle mie richieste poter iniziare a lavorare con una certa base in questi giorni in cui non c'è lo stress della gara e dei risultati. C'è più tempo per lavorare, per conoscersi, per sentirsi squadra. Sono contento di avere un gruppo di buon livello numerico con cui partire"

La Cremonese deve ripartire dall'anno scorso e dal concetto di saper alternare momenti di aggressività e momenti di gestione della sofferenza, un po' come l'Italia agli Europei?

"Sì, ma a questa mentalità ci si arriva dopo anni di lavoro. Mi piace pensare all'Italia perché ha saputo dominare le partite ed essere aggressiva ma ha anche saputo soffrire e tenere il campo. Quando ne ha avuto la possibilità ha avuto la capacità di tornare a colpire. Noi in un campionato molto lungo come la B vorremmo riuscire ad avere una identità di questo tipo per più partite, capaci di andare a prendere gli avversari alti e metterli in difficoltà ma anche di saper soffrire quando gli altri riescono a metterti in difficoltà. Vido ha citato i primi 20' contro il Pisa nostri dello scorso anno, è impensabile dominare sempre così ma dobbiamo immaginare e pensare quel modo di giocare come nostro obiettivo".

Capitolo tifosi. 

"Mi auguro di rivedere gli stadi pieni ma anche di avere quella personalità di cui parlavo alla domanda precedente sia davanti ai nostri tifosi sia in trasferta"

Si può ancora rinforzare la squadra sul mercato e in che reparti?

"Migliorare è sempre possibile, abbiamo però la chance di lavorare e valutare con attenzione la squadra e l'inserimento dei nuovi. Vedere sul campo di cosa potrebbe avere bisogno la squadra può darci la possibilità di operare meglio sul mercato, che è lungo, perfino in modo fastidioso. Se ci sarà da intervenire lo faremo, se non ci sarà bisogno di nulla non faremo movimenti, l'importante è tenere alta la cultura del lavoro e mantenere un gruppo unito e solido"

Le uscite dipenderanno dalle eventuali sirene esterne più che da scelte interne.

"Sono valutazioni di cui dobbiamo tenere conto, è già successo con Gustafson. Terremo in squadra chi vuole starci fortemente, anche al di là dell'impiego che ottiene effettivamente. Il mio rapporto con dirigenza e staff tecnico e sanitario è talmente diretto e chiaro che se ci saranno obiettivi da indicare lo farò senza problemi"

Vido può giocare in varie posizioni. Dove pensa di inserirlo nel nostro progetto di gioco?

"Prima di tutto è un giocatore di qualità e che ha anche una buona dose di forza. Chiaro che giocherà in una posizione più centrale possibile. Mi piace che dica di volersi divertire, abbiamo bisogno di giocatori di qualità che vogliano divertirsi, c'è poi bisogno di spirito di sacrificio ovviamente. Lui può giocare in zona centrale sia con una punta che con un trequarti a fianco. Per me è un giocatore abbastanza definito, ha la qualità per giocare vicino alla porta, rifinire e concludere. E' un giocatore di qualità e offensivo ma che sa anche lavorare in fase difensiva. Vedremo come si inserirà con i compagni, Zanimacchia lo conosco bene e anche lui ha qualità ma è un giocatore che gioca più sull'esterno. In base a come si inseriscono, vedremo se ci sarà bisogno di un inserimento ulteriore e con quali caratteristiche"

Su Okoli cosa possiamo dire?

"Ha grande fisicità e struttura, spero che possa darci qualcosa in più anche sulle palle inattive offensive che l'anno scorso abbiamo sfruttato pochissimo"

Collodel che cosa può portare alla Cremonese?

"E' un giocatore che può diventare un patrimonio del club, su cui lavorare. Può portare entusiasmo, voglia, vigoria, energia. Spero ripeta il percorso di Valeri e Nardi, creando un senso di appartenenza al club, anche perché non è di passaggio ma è nostro"

Qualcosa in più su Zanimacchia?

"Può abbinare qualità e quantità e può ricoprire i tre ruoli, sulle due corsie laterali e da trequartista centrale. Spero che diventi più decisivo sotto porta perché ne ha le capacità. Se vogliamo essere aggressivi i nostri giocatori di fascia sono costretti a fare con intensità entrambe le fasi di gioco, quindi abbiamo bisogno di giocatori adatti al ruolo e anche di ricambi all'altezza"

Non ha voluto amichevoli con squadre dilettanti.

"Mi sono reso conto negli anni che sono partite che danno troppo poco anche perché la condizione fisica degli avversari è spesso precaria. Preferisco partite fra di noi in cui il ritmo è molto più competitivo"

Che carichi di lavoro sono previsti durante la preparazione?

"Ho impostato una preparazione tradizionale, col doppio allenamento, a compartimenti. Lo abbiamo fatto due anni fa dopo il lockdown dopo tre mesi e mezzo di inattività, partendo subito col microciclo. Chi vede adesso la preparazione può pensare che non lavoriamo ma stiamo facendo il microciclo, facciamo due giorni di carico e poi scarichiamo due giorni e sabato facciamo una partitella in famiglia per spingere e avere più contatto con la palla. Questo dà dei risultati anche in termine di condizione. Quello che cambia in queste settimane non è il carico ma l'intensità e il tempo che stiamo in campo, che tende a crescere sempre di più. Inizialmente ho evitato di fare i doppi allenamenti all'inizio intanto che carichiamo, ci sono però al pomeriggio test e altre valutazioni, quando saremo in ritiro faremo doppi allenamenti, mirati e a contatto con la palla. Il tipo di gara, con amichevoli con squadre di B, ci permette di fare valutazioni migliori ma bisogna arrivarci anche in condizione adeguata. Nel mezzo ci è capitata la partita con la Feralpi ma anche per motivi logistici avrei preferito un'amichevole con un'altra squadra di B. Detto questo, rispetto chi ha idee diverse sulla preparazione, rispetto a me"

logo il Torrazzo Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

Ultim'ora

25 Ott
13:33

Serie C Gold: Belloni: "fatto tesoro degli errori, concentrati fin da subito, siamo felici per la vittoria"

25 Ott
13:27

Prima categoria: Il Chieve viene beffato all'80'' e cade a Brembio

25 Ott
12:49

Terza categoria: TERZA B Giornata storta, una indomita Tre Ponti cede largo al Casaloldo

25 Ott
9:59

Vanoli: DA 1 A 10 Un finale in cui perdono tutti, Spagnolo amara sfida alla patria, Galbiati e il ragazzino

25 Ott
9:53

Vanoli: PAGELLONE Si salvano Pecchia, Spagnolo, Cournooh ma è una brutta Vanoli

25 Ott
9:42

Seconda categoria: SECONDA L La Sestese rialza la testa: vittoria sul Robecco

25 Ott
9:32

Prima categoria: PRIMA H Balla debutta con un pareggio: un punto ciascuno per Torrazzo Malagnino e Sesto 2010

25 Ott
9:26

Terza categoria: TERZA B Ciria corsaro a Sospiro e ora è primato in classifica

25 Ott
8:58

Terza categoria: TERZA A Il Trescore detta legge al San Carlo

25 Ott
8:52

Prima categoria: PRIMA I Spinese, giornata da dimenticare: 0-4

25 Ott
8:46

Calcio femminile: CALCIO FEMMINILE Crema, 0-0 a Cesano Boscone ma le emozioni non mancano

25 Ott
8:41

Promozione: PROMOZIONE E Dognini illumina il derby: Romanengo sbanca Soresina

25 Ott
8:34

Seconda categoria: SECONDA L Corona, un punto in trasferta con qualche rimpianto

25 Ott
8:27

Seconda categoria: SECONDA J Tris del Casaletto Ceredano all'Aurora

25 Ott
8:21

Seconda categoria: SECONDA J La Ripaltese strappa un punto a Crespiatica

25 Ott
3:59

Terza categoria: 3^B: Ciria sfreccia al primo posto, Marini e Esperia dividono la posta, bene la Primavera

25 Ott
3:54

Terza categoria: 3^A: Manfro riparte di slancio, Bagnolo Spinadesco Trescore e Castelnuovo puntano al bottino grosso

25 Ott
3:49

Seconda categoria: 2^L: Sported ne fa 3 e riconquista la vetta, Persico attacca il primo posto, sale anche la Sestese

25 Ott
3:43

Seconda categoria: 2^K: Scatto di Martelli e Stagno, Leoncelli ancora inarrestabile. I risultati della sesta giornata

25 Ott
3:38

Seconda categoria: 2^J: Casaletto, Casale e Pianengo sprintano, salgono Vailate, Vaiano e Montodine. Risultati della se...

25 Ott
3:32

Prima categoria: 1^ Emilia: Casalese si impegna ma Solignano è un fortino. Risultati e classifica della settima gior...

25 Ott
3:27

Prima categoria: Prima L: Rivoltana unica a far bottino. Risultati e classifica della sesta giornata

25 Ott
3:22

Prima categoria: 1^I: Un punto per Scannabuese e Palazzo Pignano, crollano Spinese e Offanengo

25 Ott
3:16

Prima categoria: 1^H: Torrazzo -Sesto e Grumulus - Castelverde finiscono pari, niente da fare per PSG e Castelvetro

25 Ott
3:08

Promozione: Promozione E: Romanengo e Soncino premono l'acceleratore. i risultati della sesta giornata

25 Ott
3:03

Eccellenza: Eccellenza B: Offanenghese vola e passa al comando, Castelleone e Luisiana si fermano. Risultati e c...

25 Ott
2:57

Calcio femminile: Eccellenza Femminile: Doverese cade con Vittuone, Cesano-Crema a reti inviolate. I risultati della s...

25 Ott
2:51

Serie D: Serie D: Crema ferma a quattro punti. I risultati dell'ottava giornata

25 Ott
2:45

Serie C: Serie C: Pergolettese vincente smuove la classifica. I risultati dell'undicesima giornata

25 Ott
2:37

Primavera: Primavera: Con Brescia finisce a reti pari, grigiorossi difendono l'ottavo posto

25 Ott
2:27

Serie C Femminile: RedGreys danno spettacolo nella prima casalinga, l'ostica Lecco torna a casa a mani vuote

25 Ott
1:20

Serie A Femminile: Crema passeggia a Torino, terza vittoria ampissima per le Girls di Diamanti

25 Ott
1:05

Prima categoria: PRIMA EMILIANA Casalese l'amaro sta tutto in fondo: il Solignano la ribalta negli ultimi dieci minut...

25 Ott
0:59

Terza categoria: TERZA B Primavera vittoria all'inglese sull'Azzurra 2000

25 Ott
0:44

Prima categoria: PRIMA H Grumulus e Castelverde gran battaglia ma niente gol

25 Ott
0:33

Serie C Gold: Piadena trova la seconda vittoria di stagione, Mazzano cade 79-65

25 Ott
0:00

Seconda categoria: SECONDA K Una Martelli convincente mette sotto l'Acquanegra

24 Ott
23:18

Terza categoria: TERZA A Lo Spinadesco colpisce sulle palle inattive e piega il Paderno

24 Ott
23:05

Vanoli: Domenica alle 12 Vanoli a Reggio Emilia poi arriverà Milano al PalaRadi

24 Ott
22:46

Serie C Gold: Quinto turno amaro per la Sanse, Gardone passa alla Spettacolo 81-93

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Elisa 333 9898566
Beppe 333 6865864
info@atenasrls.com
Via San Bernardo 37D - 26100 Cremona