fbpx Privacy Policy

Bisoli:"Tatticamente 4-3-3 e 4-2-3-1 possono essere la soluzione, su Alfonso devo valutare"

Cremonese

La partita con l'Ascoli ancora in casa sarà affrontata da Bisoli con lo spirito di aggiungere un tassello e un percorso di crescita. Più o meno è questo il succo del discorso del mister grigiorosso alla vigilia della partita. Ecco i contenuti della conferenza stampa di presentazione:

Da Reggio Emilia in poi sono cambiate tante cose: è stato l'inizio del processo di crescita?

"A Reggio Emilia l'avevo detto che la scintilla del gol al 90' aveva cambiato il percorso della stagione. Ci ha dato una spinta importante e sono arrivati questi tre risultati utili consecutivi che ci danno consapevolezza, è scattato qualcosa ed è vero che ora siamo un pò più aggressivi e la condizione è migliorata, siamo sulla strada giusta anche se non abbiamo ancora espresso il nostro potenziale".

La partita ancora in casa con l'Ascoli può segnare il decollo?

"Domani è una di quelle partite che possono darti la spinta per allontanarsi dalla zona critica, quello che avevo detto è che dobbiamo lottare per la parte sinistra della classifica e possiamo avvicinarci vincendo. Dovremo però essere molto umili, affrontiamo una squadra agguerrita che viene da due sconfitte e ha cambiato allenatore e direttore sportivo e quindi ha motivazioni".

Gli attaccanti si stanno sbloccando, come ci siete riusciti?

"Abbiamo cercato di sbloccarli con esercitazioni in settimana e cercando di portarli al tiro e di lavorare per loro. Strizzolo si è sbloccato definitivamente, Celar ha trovato un gran gol che ovviamente non è quello che proviamo in allenamento ma una giocata sua personale che nessuno può insegnargli. Ciofani sta andando vicino a sbloccarsi, come Ceravolo, speriamo che ci riescano. Abbiamo un parco attaccanti e arriverà il loro momento"

La difesa è ridotta all'osso, il calendario fitto può essere un problema?

"Ci mancano i quattro che erano l'alternativa ai titolari della difesa, il reparto al completo non l'abbiamo mai avuto, spero di recuperare prima possibile Ravanelli e Zortea perché gli infortuni di Crescenzi e Fornasier saranno purtroppo molto lunghi. Un allenatore deve provare alternative e in settimana le abbiamo provate e saranno utili perché prima o poi qualcuno dovrà giocare fuori ruolo, non sarà possibile giocare sempre con questi quattro vuoi per squalifiche vuoi per infortuni"

Come sta Strizzolo?

"Ieri ha fatto allenamento ma gli ho chiesto io di non spingere al cento per cento perché era uscito per affaticamento col Brescia, non è al meglio ma è recuperato ed è abbastanza in forma per ripartire dall'inizio"

Che insidie nasconde la partita con l'Ascoli?

"Loro sicuramente avranno qualcosa in più di noi visto il cambio di allenatore e le sconfitte ma noi dobbiamo avere motivazioni superiori alle loro. La partita è difficile e dobbiamo essere vigili. Dovremo avere fiducia nei nostri mezzi ma grande attenzione sui particolari"

Come sta la squadra?

"La squadra sta bene sul piano fisico, anche nel finale della partita col Brescia se avete visto aveva la forza per provare a spingere. Sul piano morale il pareggio è stato accolto con un pochino di tristezza ma ricordiamoci che il Brescia è una squadra importante"

Alfonso è confermato titolare?

"Devo valutare bene, come valuto sugli altri giocatori. Quando l'ho messo in panchina che se non l'aspettava era un tentativo di stimolarlo che non vuole dire farlo fuori ma un modo per spingerlo a dare di più. In queste ultime due partite qualche errorino c'è stato, bisogna essere bravi a supportarlo ma la scelta la farò davvero in extremis"

Tatticamente si sta avvicinando a trovare la disposizione definitiva e convincente?

"Io ho sempre detto che il 4-3-3 è quello che sposa meglio le caratteristiche dei miei giocatori. E' vero che col Brescia sono partito col 4-2-3-1 o 4-4-1-1, chiamatelo come volete, ma c'era il campo pesante e questo ha cambiato le esigenze. Sono andato due volte a vederlo il campo, una volta al mattino e una volta prima di dare la squadra, per quel motivo ho optato per quel modulo e il campo mi ha dato ragione, i primi 35'-40' potevamo essere 2-0. Diciamo che il 4-3-3 e il 4-2-3-1 si sposano bene con i miei giocatori. Arrivarci dopo tante scoppole chiaramente mi porta a darmi del cretino da solo perché potevo arrivarci prima".

I tre risultati utili consecutivi hanno portato morale e autostima?

"La squadra sta molto bene. Eravamo in difficoltà di punti ma non di prestazioni, un giornale importante ha scritto che ci mancano 5 punti, segno che anche gli altri hanno notato che le prestazioni sono state all'altezza della nostra rosa, sono mancati i risultati. Ora dobbiamo metterci più concentrazione, siamo però sulla buona strada e anche il fatto di cercare giocate come quella del gol di Celar è un buon segnale, in altri tempi Celar non avrebbe provato il tiro ma l'avrebbe passata, vuole dire che la condizione mentale sta crescendo".

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

logo il torrazzo Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor