fbpx Privacy Policy

Bisoli:"Strizzolo e Pinato candidati titolari, cerchiamo la svolta dando il massimo"

Cremonese

Bisoli prepara la sfida con l'Entella battendo sui tasti già noti: dare il massimo per far svoltare la stagione.

Nell'ultima partita abbiamo cambiato diversi moduli. Da quale si ripartirà?

"Abbiamo cambiato modulo perché sono tutte situazioni già provate in allenamento e durante la scorsa stagione. E' chiaro che ho valutato delle situazioni e contro l'Entella cercherò di mettere in campo la soluzione migliore per fare bene, non sono i moduli comunque a far vincere ma l'interpretazione dei giocatori, se fossero i moduli sarebbe facile per noi allenatori".

Ha lavorato anche su nuove richieste tattiche o si proseguirà sulla via presa durante la sosta?

"L'anno scorso il leit-motiv delle tre partite in una settimana è stato assorbito bene. Il reparto che ho toccato meno è quello difensivo, ho sempre tenuto i quattro giocatori di base, è il reparto che si dovrebbe toccare meno questa volta, però ovviamente si valuta partita per partita in base a infortuni e affaticamenti, cercando di mettere in campo chi è nelle migliori condizioni, io credo che i ragazzi siano ben allenati e in grado di affrontare questo tour de force"

La squadra ha mostrato qualche difficoltà quando pressata ad uscire da dietro e risalire il campo con efficacia. Ritiene che questo aspetto si possa migliorare?

"Io non condivido questa analisi al cento per cento. Contro Lecce e Frosinone e Salernitana siamo stati molto pressati ma abbiamo palleggiato comunque. E' chiaro che ci sono situazioni in cui sei più tranquillo e situazioni in cui sei meno tranquillo e in cui tendi a buttare via palla come fanno peraltro in tanti. L'Entella ha aumentato l'intensità e gioca con giocatori molto veloci davanti che ti vengono a prendere però noi abbiamo preso le nostre contromisure per sopperire a queste cose. La posizione di classifica ovviamente non ti fa stare tranquillo ma durante la partita non dobbiamo pensarci, dobbiamo giocare con grande attaccamento ai nostri colori".

L'Entella con Vivarini ha aumentato l'intensità del pressing, può essere un fattore nel match?

"L'allenatore mette in campo chi ritiene possa dare di più altrimenti sarebbe un suicidio. Di questo gruppo si può dire tutto dato che siamo penultimi, siamo in debito e io per primo, ma non si può negare l'attaccamento e la voglia di venirne fuori che è anche troppa. Chiaro che poi faccio delle scelte e posso sbagliare ma chi ha giocato ha sempre dato il cento per cento. Nei momenti particolari dell'anno scorso dare tutto ci ha fatto fare cose importanti, vediamo se riusciremo a trarre questo anche da questa partita. Fino alla partita col Lecce siamo stati costanti nelle prestazioni anche se non nei risultati, ovviamente. Prestazioni brutte, a parte il primo tempo di Reggio Emilia e il secondo tempo col Vicenza non ci sono state, le altre partite le abbiamo comunque giocate, anche i giocatori lo dicono nelle interviste. E' mancato quel qualcosa in più per ottenere la vittoria".

Cosa ne pensa dell'iniziativa dei tifosi di devolvere, in collaborazione con la società, il voucher del proprio abbonamento a favore di alcune associazioni benefiche del territorio?

"Questa iniziativa è solo da elogiare e prendere ad esempio. I tifosi sono stati esemplari con me, ho sempre percepito affetto, anche oggi ho visto lo striscione degli ultras e li ringrazio per la vicinanza che ci hanno manifestato. Benvengano persone così vicine e generose in un mondo davvero particolare. Non pensiamo che il brutto dell'anno scorso sia passato. Vorrei regalare alla città momenti come quelli che siamo riusciti a regalare l'anno scorso, momenti di gioia. I tifosi sono ineccepibili, voglio regalargli gioia".

Dopo la bella prova di domenica Pinato e Strizzolo potrebbero giocare titolari?

"Non voglio dare punti di riferimento agli avversari ma diciamo pure che Strizzolo ha fatto una buona partita anche oltre il gol, ha lottato su palle importanti, è un giocatore in crescita. Pinato? Ho letto la sua intervista ed è l'emblema della nostra stagione: non riesce ad allenarsi al cento per cento e quindi non riesce ad arrivare al massimo della forma anche se ha qualità. Questa settimana ha potuto allenarsi bene una sola volta perché domenica ha preso una botta. E' un momento sfortunato ma l'ho visto motivato ed è uno di quelli che può partire titolare".

Il gol al 90' alla Reggiana può aver migliorato l'aspetto psicologico della squadra?

"Finita la partita, penso sia stato accolto non bene ma più ancora il pareggio. Poteva essere l'ennesima beffa invece potrebbe essere quel qualcosa che fa ripartire la stagione. Il gol al 90' può essere stata la scintilla. I giocatori non hanno esultato se avete visto le immagini ma hanno cercato di prendere la palla per ripartire e provare a vincere".

Ha pensato di rivedere le disposizioni difensive sulle palle da fermo?

"Abbiamo provato entrambe le situazioni difensive sulle palle inattive: siamo andati a uomo prima della partita con la Salernitana e a zona dopo quella partita e abbiamo sempre preso gol. Non esiste medicina per non prendere gol, esistono concentrazione e individualità. E' chiaro che nella zona si hanno meno responsabilità sull'uomo ma più attenzioni sulla palla, nella difesa a uomo si sta più vicini all'avversario. Anche questa settimana abbiamo provato entrambe le situazioni di difesa ma ovviamente non so quale sia la soluzione per non prendere gol con certezza, se lo sapessi non avrei dubbi su cosa scegliere. Se guardate il panorama del calcio italiano ci sono squadre che difendono a zona e squadre che difendono a uomo".

Come sta Deli visto che è al rientro?

"Deli è un giocatore di cui faccio molta fatica a rinunciare. Ha caratteristiche importanti, è molto aggressivo e crea superiorità numerica in mezzo al campo anche in situazioni di difficoltà. Quando sarà recuperato è per noi un giocatore importante. In questa partita è recuperato ma ovviamente viene da venti giorni di lavoro individuale, questo non toglie che devo gettarlo nella mischia per recuperare condizione. Chiaro che devo stare attento a gestirlo per non creargli problemi, in passato non è bastato ma speriamo di avere trovato una soluzione perché è andato in settimana a fare delle cose particolari e speriamo di aver trovato la concausa dei suoi problemi e di poterlo recuperare per quante più partite possibili".

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

logo il torrazzo Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.