fbpx Privacy Policy

Bisoli molto esaustivo spiega come giocherà la sua Cremo col Venezia

Cremonese

Bisoli appare molto tranquillo alla vigilia della sfida col Venezia:

"La squadra sta crescendo anche se una piccola sfortuna l'abbiamo avuta in questi giorni: quelli che erano un po' indietro di preparazione, Buonaiuto e Pinato, non sono riusciti a lavorare nella prima settimana di sosta ma nella seconda settimana si sono aggregati e hanno fatto un ottimo lavoro. Abbiamo cercato di mettere dentro benzina perché il campionato è lungo e le partite ora sono ravvicinate. Cominciamo ad avere una discreta omogeneità di condizione. Gli indisponibili sono solo due più uno di lungo data che è Zortea: all'ultimo momento infatti si sono tolti Ghisolfi e Fornasier. Fornasier è molto indietro di condizione e perciò abbiamo deciso di fargli fare una preparazione dura lavorando sia al mattino che al pomeriggio e quindi è sovraccarico, perciò non mi sembra giusto portarlo in panchina anche perché lo vogliamo recuperare o per Lecce o per la trasferta di Cagliari. Ghisolfi invece ha dolori alle gambe, la testa comincia a "ingrippare" e con i giovani non bisogna rischiare per non fargli fare male. Rispetto a Pisa mi aspetto una crescita ancora più marcata, a Pisa abbiamo giocato un primo tempo buono e il secondo tempo abbiamo giocato alla pari col Pisa e dobbiamo cercare di migliorare ancora per puntare alla vittoria col Venezia. Il Venezia lo scorso anno ha fatto bene, ha entusiasmo, era partita bene lo scorso anno poi si era ritrovata con noi a lottare ma nel finale ha centrato le vittorie per la salvezza. Ha mantenuto i giocatori dello scorso anno quindi si conoscono bene fra loro. Ci aspetta una partita di grande aggressività, loro hanno una identità ben definita e sono molto bravi a ripartire. Noi sappiamo che stiamo crescendo, il gruppo ha voglia di lavorare e stare insieme, dobbiamo cominciare a raccogliere i frutti, vincere darebbe valore al nostro lavoro in settimana. I risultati sono sempre fondamentali. Partita per partita valuterò le cose, dovendo affrontare tante partite in pochi giorni, cercando di capire chi ha smaltito meglio la fatica. I ragazzi sono bravi, sanno che non c'è una squadra-tipo ma che c'è la Cremonese. Non penso però di stravolgere mai, possono variare ogni volta quei due-tre giocatori. Ho visto con Cittadella e Pisa che non possiamo essere alti, dobbiamo avere molto equilibrio nei 90'. Incosciamente ti viene naturale quando sei fuori casa non concedere troppo campo, in casa dobbiamo essere bravi a farlo. Abbiamo lavorato molto su questo. Lo scorso anno abbiamo fatto un ritorno quasi a due punti per partita, mi piacerebbe rifarlo chiaramente ma dobbiamo trovare un equilibrio, quando l'avremo sarà difficile batterci. Alfonso e Gaetano rientrano negli undici titolari. Hanno smaltito l'influenza anche se non completamente anche perché è stata piuttosto pesante, hanno perso 2-3 kg con i liquidi persi. Non hanno ancora ritrovato la condizione precedente, specie Gaetano che si affatica prima del solito. Chi li ha sostituiti però è stato bravissimo, parlo di Volpe e Ghisolfi. Questo conferma la qualità di un gruppo serio. Sono tranquillo, quindi. Zortea lo valuterò quando lo vedrò, si sta curando a parte. Non lavora neanche negli stessi orari nostri, sono due settimane che dicono che si aggrega ma ancora non l'ho visto fare una corsa intorno al campo quindi vuole dire che la distorsione è ancora forte. Delì ha lavorato bene e sarà titolare col Venezia perché è un giocatore importante. E' un giocatore che non è al cento per cento ma avendo un cambio importante come Pinato pronto a entrare dalla panchina posso dividere il tempo fra i due senza perdite di valore sul campo. Gioca Delì perché l'altra volta Pinato è dovuto uscire dopo mezz'ora ma a Lecce sarà diverso. Delì è un giocatore che potrebbe avere nelle corde 5-6 gol facili, arriva davanti alla porta spesso ma tante volte la scelta non è quella ideale, ieri in allenamento ha messo due tiri all'incrocio, spero lo faccia anche in partita perché ha uno smarcamento importante e con la palla è bravissimo. Ieri abbiamo fatto tutta la seduta dedicata al pressare la palla, abbiamo alzato il baricentro di 30-40 metri rispetto alla gara col Cittadella, andando a prenderli troppo alti però con un passaggio in verticale loro ci hanno trovato scoperti. Dopo diventa difficile anche mettere giù la palla e fare 70 metri di campo, il pressing deve essere fatto bene, organizzato, partire dal basso. Col Venezia faremo un pressing molto feroce per cercare di recuperare palla. Buonaiuto in questo momento non ha una autonomia ottimale, è un giocatore che se entra dalla panchina ti dà superiorità saltando l'uomo e ampiezza, è diverso rispetto a Gaetano come caratteristiche, potrebbero anche giocare insieme anche perché danno pochi punti di riferimento. Domani però c'è Ceravolo che è in buona condizione, completamente diversa rispetto all'anno scorso, ha cattiveria e attacca la profondità, raggiunge picchi di velocità estremi utili per sfruttare le palle in profondità. Abbiamo provato situazioni per sfruttare Ceravolo in ampiezza e Ciofani o Strizzolo impiegati in modo diverso dalla prima partita. Nella mia testa c'è però l'idea di usare in alcune partite Gaetano e Buonaiuto insieme con una punta. Gustafson e Castagnetti sono simili, però lo svedese in ritiro è stato penalizzato dovendo giocare mezzala come anche col Cittadella, ora ha bisogno di continuità, col Pisa ha fatto una buona partita e in settimana è cresciuto ancora molto. Questo non vuole dire che Castagnetti non è un titolare, Gustafson ora è un po' più avanti perché sta assorbendo il lavoro di mediano basso. Allenandosi sempre in quella posizione percepisce situazioni che una mezzala non può percepire. Giocherà titolare col Venezia ma Castagnetti resta un ottimo giocatore, faccio scelte in base alla partita, a Lecce magari giocherà Castagnetti anche perché Gustafson rispetto ad altri ha meno capacità di recupero, secondo me però a Pisa lo svedese ha fatto una buona partita in entrambi i tempi, nel secondo tempo è stato uno dei più ordinati a recuperare palla. Lo riproporrò per le sue caratteristiche e per quelle dell'avversario".

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.