fbpx Privacy Policy

Cremo, è il momento di scegliere

Cremonese

Cremonese-Entella 0-1. Sconfitta interna meritata, figlia di una prestazione da squadra cantiere aperto. Nonostante i punti di riferimento fissati già lo scorso anno, Rastelli e 3-5-2 su tutti, l'identità della squadra sembra ancora in costruzione. Sintomo, secondo noi, del tentativo di traslare il baricentro della squadra proiettandolo in avanti rispetto allo scorso anno. 

Costruire una Cremonese capace di assestarsi con continuità più alta sul campo avrebbe privilegi indiscutibili. Accorciare la porzione di spazio per aggredire la porta implica naturalmente una maggiore pericolosità, un aumento della pressione sugli avversari, la possibilità di toglier loro il fiato soffocando sul nascere i contropiedi ed attuare contro-ripartenze ad avversari disordinati e sorpresi. Tutto facile, detta così.

Cremonese-Entella-0-1-31-08-19- 261.JPG

In realtà, trovare un equilibrio di questo tipo non è affatto scontato. Rastelli ci sta provando, trasformando la mentalità di giocatori abituati lo scorso anno alla comfort zone difensiva molto schiacciata sull'area di Agazzi: difesa blindata, a fronte però di una sterilità offensiva causata dalle pochissime occasioni create. Dura risalire il campo dovendo coprire ripetutamente settanta metri in transizione.

Cremonese-Entella ha evidenziato però diverse criticità connesse a questa fase di transizione tattica e mentale. Alcune di esse sono costate care. Proviamo a vederle insieme. 

Criticità in fase di non possesso

Come anticipato, questa Cremo sta provando a piazzarsi più alta sul campo, ma è ancora condizionata, soprattutto mentalmente, dalle vecchie abitudini. Ne scaturisce allora un ibrido che allunga la squadra, creando crepe subito riempite dai frizzanti incursori liguri. Un esempio: palla in possesso della difesa ospite, attacco e mediana pressano accorciando, mentre la difesa non accompagna rimanendo piuttosto bassa. Reparti scollati, voragini tra centrocampisti e difensori in cui giocatori rapidi trovano terreno fertile. D'altronde, come nasce il gol partita? I centrali non salgono quanto gli altri reparti, facendosi infilare dal movimento di Mancosu in profondità. In parallelo, Schenetti si fa indisturbato tutto il campo, approfittando delle eccessive distanze grigiorosse: difesa isolata e presa in mezzo, mentre nessun mediano è in condizione di recuperare, disturbandolo in ricezione e destro incrociato ad infilare Agazzi.

Cremonese-Entella-0-1-31-08-19- 253.JPG

Rapida, flessibile, fluida, priva di riferimenti per i difensori causa rotazioni frequenti tra Mancosu, Schenetti e Morra. Attaccanti mobili, difficili da anticipare e portati a puntare l'uomo: l'Entella di Boscaglia aveva tutte le carte in regola per mettere a nudo i nervi scoperti del cantiere di Rastelli. 

Criticità in fase di possesso

Diverse le perplessità emerse anche quando la palla l'abbiamo noi. Manca ancora una strategia che consenta alla squadra di schiacciare gli avversari con continuità. Al momento non è prevista una fase di consolidamento del possesso, per rifiatare dal pressing e risalire il campo palleggiando, conquistando allo stesso tempo posizioni più avanzate. Invece no: breve giro palla difensivo, apertura sull'esterno e scarico a centrocampo, dove spesso parte la giocata diretta sulle punte. Poco efficace, però, se attuata a difesa avversaria schierata.

8-Grande-occasione-Ciofani-Cremonese-Entella-0-1-31-08-19- 209.JPG

Questa Cremo diventa pericolosa se riesce a scambiare nello stretto sulla trequarti, coinvolgendo esterno, mezz'ala e seconda punta. Problema: creare la situazione. Forse si sarebbe potuto tentare qualche cambio di campo in più, facendo collassare l'Entella a difesa sul lato forte per poi cercare l'uno contro uno dall'altra parte, e costruire così i presupposti per una triangolazione. Dopotutto, il 3-5-2 garantisce più ampiezza del 4-3-1-2 di Boscaglia. Castagnetti avrebbe forse potuto prendersi qualche responsabilità in più sul cambio lato.

Adesso, la sosta. Cremo, hai due settimane per scegliere: spingersi stabilmente in avanti o ritornare alle vecchie abitudini? Decisione da prendere il prima possibile, coinvolgendo l'intero gruppo. Non farlo sarebbe fatale.

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.