fbpx Privacy Policy

Cremo, ci aspettiamo un mercato diverso dal solito

Cremonese

La Cremonese ci ha abituato negli anni a mercati di quantità: tanti, tantissimi movimenti estivi, in entrata ed uscita. Squadre rivoluzionate nel giro di due o tre mesi, nessun tracciato di continuità a partire dall'allenatore. Comprare tanto, cambiare tanto, non va demonizzato: la prima Cremo di Tesser impatta sul mercato in modo molto aggressivo, ribalta la rosa e centra la promozione diretta. L'anno successivo, Giammarioli interviene nuovamente in modo massiccio, la squadra si salva nonostante un tentato suicidio primaverile. 

Cambiare tanto, però, aumenta le possibilità di errore: dieci anni di serie C, nove anni con la promozione sotto l'ombrellone, nove anni di squadre e mister nuovi di zecca: nove anni di disastri, fino all'avvento di san Attilio da Montebelluna. Altro svantaggio di un mercato del genere: distribuire il budget a disposizione su un numero elevato di acquisti riduce le possibilità di accaparrarsi i pezzi migliori in assoluto. 

Quest'estate, però, i presupposti sembrano diversi. Innanzitutto, la riconferma del mister permette di non partire da zero, nè tatticamente nè in termini di rapporti con i giocatori ed all'interno della società. La rimonta degli ultimi mesi ha messo in luce un modulo, il 3-5-2, che si sposa con le caratteristiche tecniche di diversi giocatori in rosa: dai tre centrali ai due esterni, Renzetti e Mogos, piuttosto complementari come interpretazione del ruolo. Ipotizziamo allora che queste siano le basi da cui ripartire. Come agire allora sul mercato?

Lavorando di qualità. Acquisti mirati. Concentrare la potenza di fuoco, economicamente parlando, su pochi giocatori, ma puntare al meglio, in termini di capacità individuale e funzionalità al progetto. Non abbiamo le competenze per entrare nello specifico, però possiamo ragionare reparto per reparto.

Là dietro, l'anno prossimo ci aspettiamo un atteggiamento della difesa a tre più aggressivo, più contiano, rispetto a quanto visto quest'anno: una linea che cerchi di giocare più alta, il terzo centrale che si stacchi in pressing con più convinzione. Si può chiedere una tale interpretazione del ruolo a Claiton, Terranova e Caracciolo? Secondo noi è possibile, a sprazzi l'abbiamo vista quest'anno. Magari un rinforzo già dotato di questa mentalità agevolerebbe le rotazioni.

Il centrocampo è un punto cruciale. Già, perchè i risultati disastrosi dell'attacco grigiorosso potrebbero indurre a pensare che per risolvere il problema del gol basti acquistare un centravanti forte. Condizione necessaria a priori, ma non sufficiente, a nostro parere. La crisi del reparto avanzato è quasi sempre connessa ad alcune mancanze degli altri settori, mediana in particolare. La Cremonese, anche negli ultimi due mesi di campionato, ha sempre creato occasioni col contagocce. Sintomo di un centrocampo più muscolare che propositivo, privo di un regista basso causa l'inspiegabile involuzione di Castagnetti. L'addio di Castrovilli, giocatore poco associativo ma dal talento indiscutibile, aggrava le lacune creative che potrebbero finire per affossare anche centravanti molto più prolifici di Montalto e Strizzolo. Serve probabilmente una mezz'ala di qualità in entrambe le fasi e risolvere il rebus regista: credere in Castagnetti - chi scrive qualche speranza di rilancio ce l'ha ancora - o sostituirlo?

Davanti, poi, c'è poco da dire: tanto, tanto lavoro per Bonato. Se si vuole proseguire nel percorso di crescita - tradotto: giocarsi l'intera stagione in zona playoff - il bomber ci sembra imprescindibile. Magari più d'uno, tra cui una seconda punta in grado di affiancare Piccolo in un ipotetico 3-4-2-1. 

Aldilà dei nomi, conterà soprattutto la mentalità che i nuovi arrivati dovranno portare. La Cremo di Perugia non era del tutto pronta a giocarsi l'accesso ai playoff dopo una stagione in modalità salvezza. Serve gente abituata a lottare per certi traguardi, o che questi traguardi li abbia già centrati. Staremo a vedere.

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.