fbpx

Gianni Piacentini del Pergo:"Giusto fermare la C, semmai si poteva finire in autunno"

Serie C

DALLA PAGINA SOCIAL UFFICIALE DELLA PERGOLETTESE

Parla il preparatore dei portieri Gianni Piacentini:

In attesa di sapere come si evolvera’ il futuro prossimo del calcio professionistico, mister Gianni Piacentini prosegue nel periodo forzato di inattivita’, ma con un occhio attento sulle decisioni che si stanno attuando nel mondo del calcio.
Mister, dalla e-conference, tra tutte le Societa’ di serie C con il Presidente Ghirelli, sono state votate delle importanti decisioni, che verranno poi valutate nel prossimo Consiglio Federale, al quale spettera’ la decisione finale. La principale riguarda lo stop definitivo alla stagione attuale.
“In questo momento e’ la decisione piu’ logica da attuare, vista la situazione ancora precaria in cui stiamo vivendo. Davanti a una pandemia cosi’, riprendere a giocare in questi mesi sarebbe folle. Un pizzico di rammarico personalmente ce l’ho, perche’ prima dello stop stavano uscendo i nostri valori ed eravamo in costante crescita. Io personalmente sarei stato piu’ propenso, come era stato proposto anche dal dott. Galliani, di far finire questo campionato nei mesi autunnali, e ripartire con la prossima stagione durante l’anno solare 2021: ma sarebbe stata una decisione da attuare con gli altri campionati professionistici di serie A e B.”
E’ stata anche votata la decisione (non ancora digerita da qualche societa’) di promuovere, oltre alle tre squadre prime in classifica (Monza, Vicenza e Reggina), una quarta formazione direttamente in base a un criterio di meriti sportivi. Un tuo parere, su questo argomento dopo tanti anni di professionismo.
“Capisco che qualcuno non sia d’accordo, le promozioni si dovrebbero decidere sul campo e non a tavolino. Bisogna anche considerare e valutare cosa si intende per “meriti sportivi”, non tutti i gironi sono allineati alla pari per gare giocate e media punti. Ma adesso come adesso e’ la soluzione piu’ naturale e piu’ giusta da attuare, rispetto a sorteggi o altre cose poco sportive, sicuramente le polemiche non mancheranno”.
Anche sul blocco delle retrocessioni ci sono molti dubbi nell’ambiente calcistico sulla possibilita’ che il Consiglio Federale le ratifichi.
“Se li campionato viene fermato definitivamente, playoff e playout non si possono giocare. L’unica alternativa sarebbe, a fronte delle nove promozioni dalla serie D, di attuare tre retrocessioni per girone in base alla classifica attuale: la Pergolettese sarebbe al sicuro in tutti i casi.”
Un altro argomento di attualita’ e’ anche la cassa integrazione per il mondo sportivo (soprattutto per la serie C, che vive di realta’ diverse rispetto ad altri campionati) che tarda ad essere attuata dagli organi governativi; e’ un motivo di apprensione per tutti gli atleti.
“Certamente, sarebbe un aiuto sia per le societa’ che per tutti i giocatori: bisognera’ capire con che criterio e con che percentule verra’ erogata. Nel nostro campionato ci sono diverse realta’ contrattuali, ma sono sicuro che una volta attuata, una mediazione con le societa’ per arrivare a una soluzione comune, si possa trovare.”
Proiettandoci gia’ nel futuro, si puo’ ipotizzare in generale una pausa di almeno 5 o 6 mesi per i giocatori prima della ripresa della preparazione: quali saranno i problemi maggiori che dovranno affrontare?
“Io penso che, come non si puo’ riprendere adesso, neanche a luglio o agosto lo si potra’ fare. Io ipotizzo una possibile ripresa dell’attivita’ nel mese di settembre e poi come minimo servira’ almeno un mese di allenamenti. Restando nel campo delle ipotesi, se il campionato dovesse iniziare a ottobre, i problemi maggiori arriveranno dagli infortuni muscolari, alla luce poi del fatto che la stagione sara’ compressa e si dovra’ gareggiare a breve distanza tra una gara e l’altra. Ma adesso e’ ancora prematuro parlarne perche’ bisognera’ sapere da quante squadre sara’ composta la prossima serie C. L’aspetto positivo e’ pero’ nel fatto che starebbe a significare dire che il virus maledetto sarebbe sconfitto, scomparso, e potremmo ritornare alle nostre abitudini in tranquillita’, ma con un attento riguardo sempre alla prevenzione sanitaria.”

 
  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Via Ala Ponzone 1, Cremona

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.