Monumentale Vanoli: di cuore, di testa e di attributi batte Napoli e torna a sorridere

Vanoli
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

Torna tra le mura amiche la Vanoli, a caccia di quei due punti che mancano ormai da un mese, dalla netta vittoria casalinga contro Trento; ospite di giornata la GeVi Napoli Basket, squadra da prendere ben più che con le pinze in un match che si preannuncia combattuto.

image0.jpeg

McCullough inaugura la contesa con cinque filati, Napoli ci mette qualche azione per aggiustare la mira ma poi inizia a bombardare dall’arco portandosi sul 9-7, Pecchia con un libero ed un micidiale coast to coast mette il naso avanti, il tandem Owens-Zubcic replica immediatamente, l’indemoniato McCullough ne infila altri cinque, Lacey va con la bomba del +5, il tandem Pullen-Lever lo ricuce, Zanotti non trema a cronometro fermo, gli ultimi attacchi non portano frutti da ambo i lati ed il primo quarto si chiude sul 20-18 per la Vanoli.

image2.jpeg

È ancora Cremona a partire meglio nel secondo quarto con cinque consecutivi di Eboua, Brown accorcia con l’and one, Zegarowski spara dall’arco per il +7 in un match che vede alzarsi vertiginosamente l’intensità, Napoli reagisce con un 5-0 griffato Zubcic-Sokolowski ma dall’altra parte la coppia Piccoli-Denegri è letale da tre punti per il nuovo +6; Ennis e Zubcic accorciano, Zanotti e Denegri rimettono a posto le cose, Cremona bombarda dalla lunga con Pecchia ed Adrian per il massimo vantaggio sul +12, gli ospiti rosicchiano con Pullen e Brown ma all’intervallo lungo il tabellone dice 46-36 per la Vanoli.

image3.jpeg

Al rientro sul parquet Napoli cambia letteralmente faccia, alza la difesa, a tratti anche oltre il limite del consentito, ed in meno di tre minuti si riporta sul -3 guidata da Ennis e Owens mentre la Vanoli fatica a trovare valide contromisure; Zubcic ed Ennis confezionano il sorpasso mentre il metro arbitrale continua ad essere di difficile interpretazione, Ennis prosegue nel suo show realizzativo, Denegri e Lacey tengono attaccata Cremona, Brown prova ancora a scappare, Adrian ne mette altri due, Sokolowski vola in contropiede ma proprio sulla sirena, come sempre, il palleggio ubriacante di Lacey si trasforma in tre punti morbidissimi per il 65-65 al 30’.

image4.jpeg

Pecchia inaugura l’ultimo quarto con una tripla, Pullen infila due liberi, Zegarowski segna nel traffico ma subito gli ospiti replicano con un 4-0, Cremona reagisce con i due di Adrian, la bomba di Denegri ed altri due di Pecchia mettendo due possessi tra le due squadre; Sokolowski ne piazza altri due, la partita diventa una questione personale tra Denegri (5) e Pullen (6), nessuno ci sta a mollare, la Vanoli gioca con il cronometro, Lacey con lo step back trova il preziosissimo +7 a 33” dalla fine, Ennis riesce a segnare dopo tre tentativi, entrambe le squadre pasticciano nel momento clou, ma l’ultima azione è gestita al meglio da Denegri che trova Adrian in corsa per il 90-83 che chiude la contesa.

image5.jpeg

Battaglia doveva essere e battaglia è stata, con la Vanoli capace di reagire ad un terzo periodo difficilissimo per lettura del metro arbitrale, con Napoli che ha azzannato la partita cavalcando un monumentale Ennis; Cremona ha sbandato ma non si è disunita, ha ripreso a macinare gioco muovendo la palla, continuando a cercare l’uomo libero e piazzando le zampate vincenti prima con Denegri poi con Lacey senza dimenticare la prestazione monstre di Capitan Pecchia.

Vanoli Basket Cremona 90
GeVi Napoli Basket 83
Parziali: 20-18 / 46-36 / 65-65 / 90-83

CREMONA: Eboua 6, Adrian 11, Zegarowski 7, Pecchia 14, Denegri 19, Lacey 11, Piccoli 3, McCullough 13, Golden 3, Zanotti 3.
All. Cavina

NAPOLI: Pullen 15, Zubcic 12, Ennis 21, De Nicolao, Sinagra ne, Owens 6, Brown 11, Sokolowski 16, Lever 2, Bamba ne, Mabor Dut Biar ne, Ebeling ne.
All. Milicic

MVP: Denegri-Pecchia

note: antisportivo Zubcic (27').

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona