fbpx Privacy Policy

Galbiati:"Finalmente parliamo di basket! Non saremo belli, non so quanta resistenza avremo ma ci proveremo"

Vanoli
FOTO MATTEO CASONI

Coach Paolo Galbiati è entusiasta di poter finalmente tornare a parlare di basket giocato:

"Finalmente torniamo a parlare di basket, sono contento di non dover parlare più di virus. Abbiamo una partita molto difficile contro una squadra che ha fatto vedere una bella pallacanestro prima di doversi fermare per casi simili ai nostri, con qualcuno fermo a lungo e qualcuno meno a lungo. Loro fanno dell'intensità e della voglia di giocare insieme il punto forte, hanno tanta energia e tanti giocatori che possono essere protagonisti volta per volta. Noi per conto nostro abbiamo ricominciato a lavorare da un paio di giorni di squadra, abbiamo un paio di allenamenti nelle gambe. Non saremo bellissimi e non so quanta resistenza avremo ma faremo di tutto per portare a casa la partita. Abbiamo davanti a noi un mese di dicembre molto complesso ma c'è grande grande gioia per la possibilità di tornare a giocare a basket. Tutti i ragazzi sono molto carichi e vogliono spaccare il mondo, dovremo essere noi bravi a gestirli step by step per evitare infortuni che non ci possiamo permettere, infortuni sicuramente probabili giocando ogni tre giorni. Dovremo cercare di giocare i minutaggi e la fatica di tutti quanti, consapevoli che vogliamo provarci. Donda penso che non ci sarà, è il primo ad aver preso il virus e l'ultimo ad esserne uscito, non è pronto, se ci sarà bisogno di qualche minuto dovrà darcelo ma fa fatica a fare due minuti di fila anche in allenamento, spero che torni quanto prima a poterci dare il suo solito contributo negli allenamenti. Trunic è stato risparmiato avendo passato il virus in modo molto pesante la scorsa Primavera. Ha lavorato tanto e bene e spero che riesca a tramutare in rendimento sul campo il lavoro svolto da agosto a oggi. In questo periodo i ragazzi sono stati bravi, abbiamo organizzato incontri su zoom per stare insieme, abbiamo dato compiti ai giocatori, cioè vedere partite e analizzare situazioni interessanti sul piano tattico, abbiamo cercato di tenerli connessi sulla pallacanestro dandogli anche strumenti per migliorare nel gioco, speriamo che serva. Reggio Emilia l'avevo vista a Pesaro e mi era dispiaciuto per loro che avevano giocato 30' discreti per crollare poi nel quarto periodo. Contro Treviso invece hanno giocato quasi sui livelli di inizio campionato, solidi, con un bel mix di giovani ed esperti. A parte Baldi Rossi gli altri sono recuperati bene, Baldi Rossi comunque sta recuperando e stava giocando molto bene prima di essere colpito dal virus. Hanno chiari creatori di gioco anche quando a livello sistemico non trovano buone conclusioni. Dovremo essere bravi a limitarli ma sono una squadra interessante e pericolosa. Mi aspetto dai miei di vedere in campo quello su cui abbiamo lavorato in allenamento, qualche situazione tattica e anche qualche situazione speciale su cui abbiamo lavorato. Mi aspetto poi personalità, specie da chi è stato meno colpito dal virus e ha potuto lavorare per un mese come se fosse estate. Abbiamo infatto passato due settimane a lavorare molto individualmente data la situazione e da questi ragazzi mi aspetto passi avanti, da chi è stato colpito dal virus in modo pesante mi aspetto capacità di gestione delle energie. Il gruppo è già eccezionale e non aveva bisogno del virus preso collettivamente per imparare a stare insieme, in questi due giorni di allenamento al netto degli errori sempre possibili sono tornato a casa contentissimo per la voglia di stare insieme e il clima. Gli italiani sono bravi a tenere insieme il gruppo ma anche i ragazzi stranieri danno il loro contributo. Belinelli? E' un segnale della voglia di fare in grande della Virtus Bologna, secondo me può portare più luce sul nostro movimento, Milano e la Virtus si giocheranno lo scudetto per me. Mi spiace per i settori giovanili fermi, bisogna elogiare la Vanoli per il lavoro che sta facendo tante cose per i ragazzi anche in questo momento"

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com