Una Piadena scintillante fa il colpaccio e batte la Juvi a domicilio

Serie B
coverimage articleimage

Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi

Luci accese al Palaradi, va in onda il derby tra Juvi e Piadena; oroamaranto costretti a rinunciare ad Antrops, fermo ai box per almeno altre due settimane, orange senza il lungodegente Calò vittima di un infortunio alla mano.
Primo quarto ad alta intensità da parte di entrambe le squadre, fa subito la voce grossa Dimitri Klyuchnyk che mette cinque punti filati, Piadena risponde e sorpassa grazie all’iniziativa di Giovara, De Bettin pesca un gioco da tre punti ma Mercante tiene il divario ad un solo possesso; si accendono i tiratori dalla lunga, Giovara e Motta da una parte, Mercante dall’altra, la partita è bellissima, si iscrive a referto Bona dalla media, Arienti infila un canestro da sotto ed è ancora Bona a chiudere il primo quarto sul punteggio di 17-16 per chi viaggia.

Juvi-Piadena0002.jpg

Al rientro in campo pioggia di triple piadenesi con Arienti, Tinsley e Motta che piazza un gioco da quattro per il 10-0 in poco più di due minuti, la Juvi fatica anche in attacco dove commette due infrazioni di 24” consecutive, Klyuchnyk e Touré provano a fermare l’emorragia ma gli ospiti continuano a trovare il canestro con regolarità volando sul +14 dopo la terza bomba dell’indemoniato Motta; gli oroamaranto non mollano e trovano la doppia tripla di un caldissimo Milovanovikj, Piadena risponde ancora con il duo Motta-Strautmanis prima dei liberi di Touré che mandano tutti negli spogliatoi sul 40-30 per gli ospiti.

Juvi-Piadena0014.jpg

Si riparte ed è pioggia di triple sul Palaradi, con Mercante e Giovara che si rispondono in apertura poi Masciarelli ed ancora Mercante che riportano la Juvi a -4, l’intensità è sempre altissima, le difese lavorano bene ma gli attacchi sono caldissimi, lampo di Malagoli con cinque filati ma Mercante è totalmente on fire, recupera e schiaccia per il nuovo -5; in un amen Motta e Chinellato rimettono dieci punti tra le due squadre, ancora Mercante in giro e tiro regala un pezzo di bravura da spellarsi le mani e fissa il punteggio sul 51-58 al 30’.

Juvi-Piadena0004.jpg

L’ultimo quarto è pura battaglia, entrambe le squadre alzano la qualità dell’attacco, botta e risposta Malagoli-Varaschin e Mercante-Strautmanis, sale in cattedra un poderoso Momo Touré che riporta i suoi sul -3, De Bettin rispedisce al mittente il tentativo di rimonta mentre la partita diventa una questione personale tra Motta e Bona: entrata del numero 12 orange, bomba di Marco, seconda entrata pazzesca di Matteo e nuovo canestro del leader oroamaranto con il divario che resta di soli quattro punti.

Juvi-Piadena0020.jpg

Il finale è vietato ai deboli di cuore, Piadena sbanda, trova solo due punti di Straumanis mentre in difesa fatica a contenere la marea oroamaranto, Touré è glaciale ai liberi e Klyuchnyk trova la parità a quota 73 quando mancano 54 secondi; De Bettin prende in mano la situazione, piazza un’entrata di importanza capitale fa 2/2 dalla lunetta, si entra nella lotteria del fallo sistematico e Motta suggella la sua clamorosa partita capitalizzando tutto quello che gli capita tra le mani ed infilando il canestro sulla sirena che fa esplodere la panchina ospite e chiude il derby sul 83-79 per i ragazzi di coach Perucchetti.

Ferraroni Juvi Cremona 79
Corona Platina Piadena 83
Parziali: 16-17 / 30-40 / 51-58 / 79-83

CREMONA: Masciarelli 7, Varaschin 6, Milovanovikj 6, Bona 15, Klyuchnyk 11, Mercante 17, Bonavida, Vacchelli, Giulietti, Crescenzi, Korsunov, Touré 17.
All. Crotti

PIADENA: Strautmanis 6, Arienti 5, Malaggi ne, Malagoli 9, Tinsley 3, Trevisi, Giovara 13, Motta 27, De Bettin 11, Cavagnini ne, Chinellato 9.
All. Perucchetti

MVP: Motta

Note: Tecnico panchina Juvi (33'), uscito per falli Strautmanis (40')

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Giuseppe 333 6865864
Via San Bernardo 37D, Cremona