fbpx

Runner in corsia: "Ritrovarsi correndo sarà emozionante, io sicuramente piangerò. Ora anche il nostro odiato argine sembrerà bellissimo!"

Podismo
Concessionaria De Lorenzi Concessionaria De Lorenzi
001_morghi.jpg

Ti alzi un mattino, uno come tanti, ti aggrappi alle stesse abitudini, nella testa ti frullano gli stessi pensieri.
Una giornata di lavoro come le altre, da chiudere con una corsa tra amici, a parlare delle prossime gare, a scherzare di questo o di quello.

Ma prima ti aspetta una giornata in corsia, metti le scarpette da corsa, quelle che oramai han fatto troppi chilometri e non sono più adatte a correre, ma che adesso si godono la loro meritata "vecchiaia".

In quella giornata come tante ti ritrovi al lavoro all'ospedale di Cremona, uno dei luoghi della tua vita che hai sempre visto come un riparo ed una sicurezza, in quella città dove non accade mai niente di eclatante.
Proprio li, quella giornata come tante altre diventerà la giornata più lunga della tua vita, quella da cui vorresti svegliarti per scoprire che è solo un brutto incubo e che tale resterà. 

003_morghi.jpg

Morgana -Morghi per gli amici- fa parte di un gruppo di podisti cremonesi: i runners di cui tanto si è parlato e discusso durante questi mesi. La "malattia della corsa" l'ha presa da Sandro, suo marito -Alle per i soci- da li "pianin bel bel.." con il carattere e determinazione per cui si distingue, non si è più fermata arrivando anche nella Grande Mela in un arrivo indimenticabile a Central Park. 

A parte qualche messaggio nella chat del gruppo, l'ho rivista in una foto su FB, tra la mezza dozzina di infermieri bardati di tutto punto, ma solo una figura indossava le scarpette da corsa: mi è venuto da ridere, ma mi sono anche emozionato, perché quelle persone erano, sono e saranno sempre speciali per noi, ci emozioneremo nel rivederle e riabbracciarle.

Partiamo con le domande più difficili, immagino che non sia facile tornare indietro a quel 22 febbraio quando è stato confermato il primo caso di contagio di Covid 19: cosa ricordi di quel giorno?

Ricordo molto bene la sera del 21 febbraio tam-tam di messaggi e chiamate tra tutto il personale dell'equipe ed il rientro in ospedale per riunione urgente. Ebbene si anche a Cremona diagnosticato primo caso di Covid: tensione a mille. Esco di casa saluto i miei "ometti" con espressione più o meno rassicurante li avviso che faro' tardi, di non aspettarmi di non preoccuparsi perché io mi sento bene.


Riporto un tuo messaggio nella chat del gruppo del 7 Marzo: "Ragazzi/e salve vi disturbo solo per un'attimo per ricordare che se qualcuno di voi ha la febbre deve stare in isolamento cautelativo e chi di viola avuto contatto con una persona infetta è meglio che non corra in gruppo!(solo successivamente sarebbe arrivato il divieto totale n.d.r.) Bisogna fermare questo cavolo di virus...un saluto a tutti". In quel momento la maggior parte di noi non aveva ancora capito l'entità dell'emergenza, "questo cavolo di virus" correva cosi forte?

Il Virus all'inizio ha "corso" molto velocemente aiutato dalla scarsa consapevolezza delle persone su quanto pericoloso poteva essere. Il mio messaggio voleva esser un invito a non sottovalutare dei sintomi anche banali, che potevano esser sinonimo di positività e quindi propagazione, di contagio. Il caso del runner di Codogno, che ha corso con T° 38 di febbre mi ha fatto pensare quanto a volte la nostra passione e la nostra determinazione ci rende un pò "incoscienti".


Potrebbe sembrare una domanda banale e scontata , ma sono certo che non lo sia perché ognuno ne ha una esperienza diversa, cosa è cambiato da quel giorno?

E' cambiato tutto da quel giorno, io sono una persona molto ' fisica' mi piace il contatto con le persone, gli abbracci con gli amici. mi sono mancante queste cose. La tecnologia ci ha aiutato fortunatamente a limitare le distanze facendoci sentire comunque meno soli, ma bere un caffè con un'amica, abbracciarla, non ha prezzo, per non parlare della corsa e della mancanza degli amici runners.
Mio marito e mio figlio in questo periodo sono importantissimi, hanno una pazienza infinita, quando rientro a loro basta poco per capire com'è stata la mia giornata ed il mio stato d'animo. non chiedono se non sono io per prima a parlare. mi lasciano sfogare ascoltando pazientemente e purtroppo talvolta consolano le mie lacrime.

A proposito di gesti, quale è stato quello che più ti è mancato poter condividere, per ovvi motivi sanitari, con i colleghi ed i degenti?

Mi manca il contatto con le persone, sembrerà banale ma mi mancano le porte aperte. in reparto le porte delle stanze di degenza devono rimanere appoggiate in questo periodo, mi manca il non vedere gli ammalati anche solo passando, non sentire le loro chiacchiere e non poterli vedere mentre svolgo altre attività.

C'e una parola che in questo periodo è sulla bocca di tutti, sui social, sui giornali. Solidarietà: attraverso donazioni, ma anche con gesti e parole di stima e fiducia di tanti cittadini a cui avete dato una speranza a cui si sono aggrappati ogni giorno. Quanto è stata importante la 'solidarietà'?

In reparto sono arrivate ed arrivano ancora delizie culinarie ( graditissime ) di ogni tipo, disegni di bambini bellissimi e coloratissimi con lettere di persone che ci sostengono, ci ringraziano per il lavoro che svolgiamo, questi sono gesti ce ci riempiono il cuore. Ci sono state anche donazioni economiche importanti come quella fatta dalla nostra squadra, donazioni di apparecchiature -tutte utilissime- sofisticate e costose, letti articolati bellissimi, monitor, ventilatori.... in questa urgenza abbiamo scoperto che le persone sanno unirsi ognuno con quello che può per sostenere chi è in difficoltà.


Negli scorsi mesi ti sei allontanata forzatamente dalla tua società podistica, ma sei stata gomito a gomito con un'altra grande squadra, quella dei medici ed infermieri. Che esperienza è stata?

L'equipe con cui lavoro è formata da persone coscienziose, brave e professionali. Non mi piace il termine "eroi", siamo professionisti che nel momento del bisogno hanno svolto il loro lavoro e dovere nel migliore dei modi, con doppi turni, ore straordinarie, in un periodo di emergenza che lo ha richiesto, e lo si è fatto.
Ho la fortuna di lavorare con una grande squadra, lo sapevo già ma questa è stata l'ennesima conferma. Certo non mancano i momenti di tensione, qualche sfuriata... ma serve anche questo per crescere e migliorare.

In ospedale, insieme ad altri podisti, c'era anche Lisa, stessa "pasta", stessa forza, stessa "empatia contagiosa". A parte il breve e simpatico video che avete regalato al gruppo, hai qualche aneddoto "fuori onda" da raccontarci?

Io e lisa siamo amiche e colleghe, caratteri diversi con lo stesso senso del dovere. Le cose che ci fanno sorridere sono molte fortunatamente, dai dispositivi di protezione non sempre delle nostre misure solitamente sono sempre 'un po' abbondanti per noi nanette', per non parlare della vestizione, che in caso di 'urgenze fisiche'... diventa veramente un po' faticosa da gestire. Le pause caffè con distanza di sicurezza, senza accorgersi che indossi la mascherina e quindi non riesci ne a soffiare sul caffè ne tantomeno a berlo.

Arriviamo a Mattia: rimarranno indelebili le immagini di quando lo accompagni all'uscita dell'ospedale. La sua giovane età, le parole della telefonata che volevano rassicurare la mamma hanno emozionato tutti. Che emozione hai provato quando avete intravisto 'il traguardo di questa gara contro il tempo' e contro il virus?

Mattia, Massimo, Claudio, Lorenzo, Fabio, Enzo, Giovanni, Iannetta, Elisabetta, GianMario, Fausto....potrei nominarne tantissimi di miei pazienti che fortunatamente ce l'hanno fatta. La gioia e la soddisfazione di vedere giorno per giorno i loro miglioramenti, capire che il peggio era passato. Che gioia quando dopo percorsi difficili, come una tracheotomia, finalmente arriva il giorno dove si chiude e loro "magicamente" ricominciano a parlare....tra il loro stupore nel risentire la propria voce e le nostre parole di incoraggiamento. Le videochiamate con i loro parenti, grazie a tablet donati, finalmente si possono rivedere tra le lacrime loro e nostre.

Tutte le gare podistiche sono state annullate ed altre lo saranno presumibilmente. Stavi preparandone una in particolare?

A maggio avremmo dovuto correre la maratona di Praga, era già programmato e pagato tutto ma questa pandemia ha vanificato tutto. Pazienza ci rifaremo la prossima volta! L'allenamento in reparto l'ho mantenuto, indosso scarpe da running perché di passi al lavoro ne faccio parecchi e per ricordarmi che ho raggiunto risultati sportivi per me inaspettati -correre una maratona- e quindi non devo mai mollare come dice 'il nostro Presi': fino alla fine!

Cosa ti manca di più della corsa e degli amici con cui la condividi?

Mi manca la squadra, il mio gruppetto "Pianin bel bel..." quelli del "passo del fagiano". Ho stretto amicizie vere nel gruppo, persone che sento quotidianamente, ma che mi mancano ugualmente. I ritrovi domenicali, I dopo corsa chiassosi al bar sole, le foto di gruppo, gli sfottò tra di noi, quante belle risate, quanto belli siamo. Sicuramente questo periodo ha ricordato a molti di noi chi sono e cosa sono le persone e cose importanti.

La corsa è anche libertà, quella che ci è stata tolta da un giorno a quell'altro da questo nemico infido ed invisibile. Quanto sarà bello ed importante riacquistarle e farlo insieme agli amici?


Riprendere a correre è una vera fatica, eravamo tutti allenati a nuove sfide che purtroppo sono state sospese. Tutti pronti ad indossare i nostri colori ed a sfoggiare la splendida maglia di quest'anno in giro per l'Italia. Ritrovarsi correndo sarà emozionante, io sicuramente piangerò. Ora anche il nostro odiato argine sembrerà bellissimo!


Per festeggiare i 15 anni della 3C, la maglietta tecnica fa grande sfoggio dei colori grigio/rosso e dello skyline della nostra città. Dopo quanto vissuto e quanto visto, quanto ne vai orgogliosa ?

Cremona è una delle città che ha avuto purtroppo moltissime vittime per questo virus, persone meravigliose ci hanno lasciato. Nessuno si aspettava una cosa così disastrosa. la voglia di libertà e normalità che tutti abbiamo però non deve prevalere sull'adozione di stili di vita sicuri.

logo il Torrazzo Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

Ultim'ora

14 Mag
21:32

Cremonese: Primo obiettivo per la prossima stagione: che torni il pubblico, senza non c'è davvero divertimento

14 Mag
21:23

Cremonese: L'omaggio fotografico di Ivano Frittoli a Felice Garzilli

14 Mag
17:45

Golf: GC il Torrazzo: Proseguono gli appuntamenti del Giovedì

14 Mag
16:46

bocce: Un Flora sfrenato supera Caccialanza 5-1: domenica big-match contro Possaccio

13 Mag
23:54

Cremonese: Le parole di Arvedi ("pronto a cedere se ci sono i presupposti") scuotono l'ambiente grigiorosso: ri...

13 Mag
22:01

SERIE B1: Esperia conferma i casi di positività, rinviata gara1

13 Mag
21:40

Serie C Gold: Sanse difende il fortino Spettacolo nel derby con la Gilbe

13 Mag
19:00

Serie B: Play Off / Out: Juvi partirà da Rimini, Crema da Omegna e Piadena sfiderà la Sangiorgese. Tutto su...

13 Mag
17:57

SERIE C: Soresina conclude in bellezza la stagione, Millenium battuta 3-0

13 Mag
15:50

SERIE B2: Crema non riesce ad esprimersi al meglio in Gara1, il bottino resta a Monza

13 Mag
11:22

Calcio dilettanti: Il Vailate conferma mister De Giuseppe

13 Mag
10:51

Calcio dilettanti: Al vaglio l'ipotesi di un campionato under 18 nella prossima stagione

13 Mag
12:46

Ciclismo: CICLISMO Si alza il sipario sul " GP sportivi sestesi": 170 già iscritti per una gara molto attesa

13 Mag
1:56

Serie A Femminile: Parking Graf domina per trentacinque minuti ma con la zampata finale di Sanga si prende Gara1

13 Mag
0:30

Vanoli: PAGELLONE Poeta la voglia di un ragazzino, Tj non gira, Gallo una tripla da ricordare

13 Mag
0:28

Serie C Gold: Il Pizzi è bello a metà, crolla nel secondo tempo e si inchina alla regina Lumezzane

13 Mag
0:16

Cremonese: IL PAGELLONE DEI PORTIERI Carnesecchi promosso, Alfonso bocciato

13 Mag
0:02

Cremonese: Confermare Carnesecchi: l'Atalanta lo considera il futuro, ma lui aveva detto "non sono pronto"...

12 Mag
23:56

Cremonese: Una riflessione per il futuro: una vittoria in 18 partite con le prima 9 della classe, non può esse...

12 Mag
23:48

Cremonese: GIUDICE SPORTIVO Otto squalificati, c'è Fiordaliso

12 Mag
22:15

Serie B: Il derby sorride alla Juvi, battuta Crema ed è quinto posto, i rosanero chiudono sesti

12 Mag
21:50

News: La Figc studia come aiutare il movimento a ripartire: incontro a Milano con Gravina, presenti Denico...

12 Mag
22:21

News: La LND ufficializza le quote under per le prime squadre: ecco la tabella di serie D, Eccellenza e Pr...

12 Mag
17:26

Beach Volley: Memorial Sandra e Raimondo: il 2 Giugno tutti sulla sabbia per l'edizione del centenario della Bisso...

12 Mag
17:11

Eccellenza: La Luisiana ripartirà da mister Cavana, in programma anche un ritiro estivo se sarà possibile

12 Mag
17:02

Golf: Fappanni, Romano, Villa e Pilla trionfano nel Prime Evolution Golf Cup

12 Mag
16:30

UISP: Campionato Nazionale UISP di pattinaggio artistico su rotelle. 15 e 16 maggio la seconda fase al Pal...

12 Mag
15:32

SERIE C: Piadena a segno anche nel recupero con Villanuova. I Play Off sono matematici

12 Mag
15:02

Prima categoria: Mariotti ds del Castelverde:"Ripartiremo dal nostro blocco di ragazzi, dalle autorità mi aspetto de...

12 Mag
14:08

Seconda categoria: La StagnOlmese cambia: non ci sono più Rabaiotti e Menta, nuovo ds Fanfoni

12 Mag
12:15

Golf: Memorial Bruno Solzi: Pallavicini, Mainetti, Pezzoli e Zanardi in pole Sibra prima ladies

11 Mag
23:34

Cremonese: La nuova serie B: ecco le 13 squadre sicure e le altre 7 potenziali

11 Mag
23:29

Primavera: PRIMAVERA Arpini fa sognare i grigiorossi: Venezia ko

11 Mag
21:12

Giovanili: L'Esperia inserisce Andrea Contini nella squadra dei suoi tecnici

11 Mag
17:33

Vanoli: Fine di una storia che però non è ancora finita anzi… è appena iniziata

11 Mag
12:14

Seconda categoria: Il Corona cambia: Quintavalla prende il posto di Tortini in panchina

11 Mag
11:54

News: Ecco i primi tornei estivi: Castelvetro ripropone la sua 12 ore

11 Mag
12:05

Serie D: SERIE D Crema quarto in classifica

10 Mag
23:12

Vanoli: La Vanoli saluta il campionato con una prova generosa, vince Milano 74 a 66

10 Mag
21:41

Cremonese: PAGELLONE Fiordaliso ingenuo (quel giallo!), Bianchetti certezza, Buonaiuto vivace

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Elisa 333 9898566
Beppe 333 6865864
info@atenasrls.com
Via San Bernardo 37D - 26100 Cremona