fbpx

Podismo: "siamo chiamati a giocare la partita più importante della nostra città", l'assessore allo sport Luca Zanacchi e l'emergenza Covid 19.

Podismo

Stavolta siamo stati colpiti in pieno, abbiamo imparato a nostre spese che questa globalizzazione annulla le distanze e cancella i confini, non solo quando ci fa comodo, ma anche quando e soprattutto dovrebbero proteggerci. Da un giorno all'altro, alle immagini che provenivano dalla Cina, si sono sostituite quelle della nostra città, dei suoi luoghi e dei suoi volti.

004_pres_corsa_rosa_2018.bmp

Credo che Luca Zanacchi assessore allo sport di Cremona, tutto si sarebbe aspettato in questo suo mandato tranne che dover affrontare un'emergenza sanitaria come quella che stiamo ancora affrontando.

Un mandato improntato sulla comunicazione, sul dialogo e sul confronto, premesse fondamentali per arrivare a soluzioni fattive delle numerose problematiche che non certo da ieri si trovano ad affrontare quotidianamente enti, associazioni e società sul nostro territorio, cercando di tutelarne e diritti, ma ricordandone sempre i doveri.

E proprio sul senso del dovere e sul senso civico dei cittadini cremonesi ma anche e sopratutto delle realtà sopra citate che ha dovuto far leva per fermare lo sport: "Siamo chiamati a giocare la partita più importante di sempre per la nostra città".

005_corsa_rosa_2018.jpg


E proprio con lui che vogliamo parlare di come stiamo "giocando la partita più importante", una partita che ci chiama in causa tutti e sotto tutti gli aspetti: economico, sociale, sanitario ed anche ricreativo/sportivo.

La nostra generazione, visto che siamo quasi coetanei, non ha mai vissuto una esperienza cosi dolorosa e sconcertante come questa pandemia. Eppure la nostra città si è dimostrata forte, coraggiosa, unita e solidale oltre ogni aspettativa: cosa ti resta dei gesti e delle emozioni che hai visto e provato?

"Credo che i segni di questa pandemia li porteremo con noi per molto tempo, personalmente, e questo esula dal mio ruolo e dagli aspetti sportivi correlati ma investe la persona, credo che saranno molti gli aspetti che resteranno nei miei ricordi. Vedere la città colpita in questo modo certamente mi ha impressionato, ricordo una sera in cui ero in giardino nei miei momenti di solitudine che uso per pensare, e li mi colpì il silenzio surreale che regnava intorno. Mi colpì perché paradossalmente suonava come un urlo di sofferenza. Come cittadino ho visto amici colpiti dal virus, la mia famiglia è stata toccata dalla pandemia, e si avverte anche un senso di impotenza davanti alla situazione, ad un nemico che non vedi. Credo che sotto il profilo psicologico questo evento abbia messo tutti alla prova, in tanti modi differenti, con reazioni differenti tra persona e persona ma certamente è stata una dura prova per tutti. In primis per chi ha perso i propri cari, per chi era in prima linea a lottare, per chi ha dovuto adeguarsi alle restrizioni e per le ripercussioni di carattere sociale e economico sulle quali ci stiamo già misurando. Ogni cittadino ha pagato un prezzo. Come amministratore queste settimane sono sembrate mesi, abbiamo lavorato giorno e notte con ritmi che personalmente non credevo si potessero tenere. Io ho cercato di stare al fianco delle realtà sportive della città in ogni modo possibile. Abbiamo strutturato iniziative per dare continuità alle attività, penso a #iominallenoacasa, alla raccolta del materiale multimediale per l’archivio sport/covid, abbiamo cercato di informare le associazioni in modo più efficace possibile su tutti i decreti e ordinanze emesse ed allo stesso tempo siamo andati avanti a progettare azioni per lo sport. Penso anche alle relazioni istituzionali che abbiamo sviluppato a livello regionale e nazionale per organizzare la ripartenza. Credo di poter dire che è stato fatto molto in una situazione davvero impegnativa e difficile."

Dopo mesi di lavoro in cui ti sei "seduto al tavolo" per confrontarti con buona parte delle realtà sportive locali, ti sei trovato da un giorno all'altro a dover chiudere tutti gli impianti sportivi: cosa ti aspetti e cosa ci aspetta in questa riapertura graduale?
"La ripresa richiederà molto senso civico, in ogni aspetto della vita sociale. Anche nello sport dovremo lavorare con la consapevolezza del fatto che la tutela della salute è il primo obbiettivo. Prima della crisi stavo lavorando ad una riforma delle convenzioni e stavamo progettando, in collaborazione con alcune realtà sportive, importanti progetti per lo viluppo dello sport. Su questo fronte la riapertura graduale riattiva tutte le progettazioni che prima della crisi erano in via di sviluppo, la dove ci sarà la possibilità di continuare. La crisi ha fermato ogni attività, campionati, allenamenti e attività di base.
Ora nella graduale riapertura gli sport individuali sono i primi a ripartire e credo che si debba lavorare bene con grande senso civico per arrivare allo step di metà maggio pronti alla possibile riattivazione di altri ambiti di pratica sportiva. I prossimi giorni saranno determinanti."

I podisti -o runner che dir si voglia- durante questa emergenza sono saliti loro malgrado alla ribalta, fino a passare quasi per possibili "untori" del contagio. Come hanno risposto le società al tuo appello di cautela prima e chiusura poi?
"Le società sportive che si occupano di podismo sono state preziosissime nel veicolare messaggi importanti di sensibilizzazione nei confronti dei podisti. Appena sarà possibile li ringrazierò tutti di persona perché sono stati di grande aiuto. Serviva fermarsi per evitare la diffusione del contagio, ma anche per dare un segnale di responsabilità e di vicinanza nei confronti della popolazione. Con loro credo di poter dire che l’obbiettivo sia stato raggiunto. Nessuno ha mai voluto fare delle crociate contro i runners, come qualcuno ha interpretato, ma certamente serviva fermarsi e aspettare che la situazione migliorasse."

Questa apertura agli allenamenti singoli è stata una scelta molto sofferta, ma allo stesso tempo necessaria nonostante sappia un pò di "liberi tutti". Dove non dobbiamo sbagliare d'ora in poi?
"Il rispetto delle norme igieniche e sanitarie oggi sono la chiave di volta per scongiurare il ritorno dei contagi come li abbiamo visti nelle passate settimane. Possiamo allenarci all’aperto rispettando delle semplici regole. Il rispetto delle regole, oggi più che mai è fondamentale in ogni ambito, anche nello sport."

Si è sempre parlato -e sparlato- tanto dei social, in questi mesi proprio grazie a loro, i gruppi sportivi e gli sportivi, si sono reinventati attraverso eventi dal vivo, che spaziavano dagli allenamenti, agli incontri con esperti di nutrizione, preparazione e tutto ciò che "accorciasse" in qualche modo le distanze e desse un senso di condivisione. In questo mi sembra che anche voi come assessorato allo sport non siete stati a guardare (#losportnonsiferma#sportacremona#iomiallenoacasa) credi possa avere un proseguo anche in futuro?
"Credo che anche in questo ambito, la crisi lascerà dei segni e porterà dei cambiamenti. I social sono dei potenziali strumenti ma devono essere utilizzati con una certa consapevolezza e competenza. In questa fase certamente si sono rivelati utili per sostenere la socialità e per dare continuità a molte iniziative. Credo molto nel fatto che questi strumenti debbano diventare sempre più centrali nella gestione di alcuni aspetti legati alla pratica sportiva e alla gestione delle realtà sportive. Prima della crisi ho attivato un percorso formativo chiamato SMD sport marketing e digitale in collaborazione con Giorgio Gandolfi, alcuni giovani dirigenti sportivi e il Liceo Sportivo Torriani proprio con l’obbiettivo di far crescere le competenze degli sportivi cittadini in questi ambiti che sempre di più diventeranno centrali anche nella vita delle realtà sportive. Ho anche aperto il profilo istagram dell’assessorato allo sport di Cremona, seguiteci."

Oramai siamo a primavera inoltrata, le giornate si sono allungate, la natura si è riempita di colori e di profumi, e la gente, giustamente, non vede l'ora di uscire. Le prossime 2 settimane saranno fondamentali per evitare di tornare al punto di partenza ed il prossimo fine settimana si prospetta da "bollino rosso". Aldilà di ricordare a tutti le immagini che abbiamo indelebili negli occhi degli ospedali sovraffollati e del suono delle sirene nelle orecchie, cosa vorresti dire a tutti i cremonesi che si apprestano a godersi questo fine settimana post-quarantena?
"Di divertirsi facendo sport, rispettando quanto ordinato dalle autorità nazionali e regionali. Di evitare gli assembramenti, tenere il distanziamento sociale, non strafare per evitare infortuni per non caricare ulteriormente i sanitari al lavoro. Ascoltiamo le indicazioni che vengono anche dalla federazione dei medici sportivi che hanno dato dei consigli per la ripresa degli allenamenti. In linea generale essere il più possibile responsabili e consapevoli che molto dipende da noi e che approcciarsi con superficialità mette a rischio tutti gli sforzi fatti fin qui." 


Una domanda un pò personale: quali sono le immagini, da assessore e da cittadino, che non dimenticherai mai?
"Da cittadino non dimenticherò la preoccupazione per mia sorella positiva a Bologna, per alcuni parenti ricoverati di cui una è poi mancata, la preoccupazione per i miei figli, su tutti Massi che nella sua fragilità data dall’autismo, ha sofferto moltissimo la mancanza della scuola e delle relazioni con i pari e certamente per i miei genitori.
Da Assessore non dimenticherò la città preda del virus, non mi è pesato lavorare tante ore tutti i giorni senza pausa ma il suono delle ambulanze, i numeri dei ricoveri e dei decessi, la città deserta e lo sport fermo sono immagini che non voglio dimenticare. Ho potuto visionare le strutture sportive durante lo stop generale e credimi il Palaradi deserto durante la pandemia, i campi da calcio vuoti, le palestre chiuse. Sono istantanee che non dimenticherò e che non voglio dimenticare."

Quanto sei orgoglioso della tua città e quanto sei fiducioso per questa ripartenza?
"Io ero orgoglioso della mia città prima della pandemia, orgoglioso di essere Assessore di una città così sportiva e attiva. Oggi vedendo gli sforzi che ogni cittadino ha sopportato lo sono ancora di più, l’ho scritto anche al Ministro dello sport. Credo che lo dobbiamo essere tutti.
Il messaggio è che dovremo elaborare un lutto collettivo, dovremo elaborare tutto l’accaduto. Credo che ognuno di noi dovrà lavorare su se stesso per superare questa esperienza così forte e dolorosa. Credo anche che sia necessario imparare da questa esperienza e un insegnamento potrebbe essere quello che solo riscoprendoci comunità potremo essere in grado di raggiungere obbiettivi importanti. Che in alcuni ambiti di vita serve unità e spirito coeso e in questo lo sport gioca un ruolo fondamentale di coesione sociale, di educazione, di divertimento , di sviluppo e di crescita come società. Resto ottimista, lo sono da sempre ripartiremo e non lasceremo indietro nessuno."

logo il Torrazzo Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

Ultim'ora

14 Mag
21:32

Cremonese: Primo obiettivo per la prossima stagione: che torni il pubblico, senza non c'è davvero divertimento

14 Mag
21:23

Cremonese: L'omaggio fotografico di Ivano Frittoli a Felice Garzilli

14 Mag
17:45

Golf: GC il Torrazzo: Proseguono gli appuntamenti del Giovedì

14 Mag
16:46

bocce: Un Flora sfrenato supera Caccialanza 5-1: domenica big-match contro Possaccio

13 Mag
23:54

Cremonese: Le parole di Arvedi ("pronto a cedere se ci sono i presupposti") scuotono l'ambiente grigiorosso: ri...

13 Mag
22:01

SERIE B1: Esperia conferma i casi di positività, rinviata gara1

13 Mag
21:40

Serie C Gold: Sanse difende il fortino Spettacolo nel derby con la Gilbe

13 Mag
19:00

Serie B: Play Off / Out: Juvi partirà da Rimini, Crema da Omegna e Piadena sfiderà la Sangiorgese. Tutto su...

13 Mag
17:57

SERIE C: Soresina conclude in bellezza la stagione, Millenium battuta 3-0

13 Mag
15:50

SERIE B2: Crema non riesce ad esprimersi al meglio in Gara1, il bottino resta a Monza

13 Mag
11:22

Calcio dilettanti: Il Vailate conferma mister De Giuseppe

13 Mag
10:51

Calcio dilettanti: Al vaglio l'ipotesi di un campionato under 18 nella prossima stagione

13 Mag
12:46

Ciclismo: CICLISMO Si alza il sipario sul " GP sportivi sestesi": 170 già iscritti per una gara molto attesa

13 Mag
1:56

Serie A Femminile: Parking Graf domina per trentacinque minuti ma con la zampata finale di Sanga si prende Gara1

13 Mag
0:30

Vanoli: PAGELLONE Poeta la voglia di un ragazzino, Tj non gira, Gallo una tripla da ricordare

13 Mag
0:28

Serie C Gold: Il Pizzi è bello a metà, crolla nel secondo tempo e si inchina alla regina Lumezzane

13 Mag
0:16

Cremonese: IL PAGELLONE DEI PORTIERI Carnesecchi promosso, Alfonso bocciato

13 Mag
0:02

Cremonese: Confermare Carnesecchi: l'Atalanta lo considera il futuro, ma lui aveva detto "non sono pronto"...

12 Mag
23:56

Cremonese: Una riflessione per il futuro: una vittoria in 18 partite con le prima 9 della classe, non può esse...

12 Mag
23:48

Cremonese: GIUDICE SPORTIVO Otto squalificati, c'è Fiordaliso

12 Mag
22:15

Serie B: Il derby sorride alla Juvi, battuta Crema ed è quinto posto, i rosanero chiudono sesti

12 Mag
21:50

News: La Figc studia come aiutare il movimento a ripartire: incontro a Milano con Gravina, presenti Denico...

12 Mag
22:21

News: La LND ufficializza le quote under per le prime squadre: ecco la tabella di serie D, Eccellenza e Pr...

12 Mag
17:26

Beach Volley: Memorial Sandra e Raimondo: il 2 Giugno tutti sulla sabbia per l'edizione del centenario della Bisso...

12 Mag
17:11

Eccellenza: La Luisiana ripartirà da mister Cavana, in programma anche un ritiro estivo se sarà possibile

12 Mag
17:02

Golf: Fappanni, Romano, Villa e Pilla trionfano nel Prime Evolution Golf Cup

12 Mag
16:30

UISP: Campionato Nazionale UISP di pattinaggio artistico su rotelle. 15 e 16 maggio la seconda fase al Pal...

12 Mag
15:32

SERIE C: Piadena a segno anche nel recupero con Villanuova. I Play Off sono matematici

12 Mag
15:02

Prima categoria: Mariotti ds del Castelverde:"Ripartiremo dal nostro blocco di ragazzi, dalle autorità mi aspetto de...

12 Mag
14:08

Seconda categoria: La StagnOlmese cambia: non ci sono più Rabaiotti e Menta, nuovo ds Fanfoni

12 Mag
12:15

Golf: Memorial Bruno Solzi: Pallavicini, Mainetti, Pezzoli e Zanardi in pole Sibra prima ladies

11 Mag
23:34

Cremonese: La nuova serie B: ecco le 13 squadre sicure e le altre 7 potenziali

11 Mag
23:29

Primavera: PRIMAVERA Arpini fa sognare i grigiorossi: Venezia ko

11 Mag
21:12

Giovanili: L'Esperia inserisce Andrea Contini nella squadra dei suoi tecnici

11 Mag
17:33

Vanoli: Fine di una storia che però non è ancora finita anzi… è appena iniziata

11 Mag
12:14

Seconda categoria: Il Corona cambia: Quintavalla prende il posto di Tortini in panchina

11 Mag
11:54

News: Ecco i primi tornei estivi: Castelvetro ripropone la sua 12 ore

11 Mag
12:05

Serie D: SERIE D Crema quarto in classifica

10 Mag
23:12

Vanoli: La Vanoli saluta il campionato con una prova generosa, vince Milano 74 a 66

10 Mag
21:41

Cremonese: PAGELLONE Fiordaliso ingenuo (quel giallo!), Bianchetti certezza, Buonaiuto vivace

Per la tua pubblicità

Concessionaria esclusiva
Tel: Elisa 333 9898566
Beppe 333 6865864
info@atenasrls.com
Via San Bernardo 37D - 26100 Cremona