fbpx
Privacy Policy

HMC 2019: 2500 cuori per un solo traguardo sotto il cielo di Cremona.

Podismo

0017_2019_10_20_pod_runtome_hmc_2019.jpg

La 18a edizione della Maratonina di Cremona non ha tradito le aspettative, come sempre del resto, organizzazione impeccabile, gestione attenta e persino il meteo, dopo qualche indecisione, ha deciso di fare la sua parte e di non guastare la festa: un po’ troppo caldo per gli atleti forse, ma un bel sole che ha richiamato tanti spettatori lungo al percorso ed all’arrivo in piazza Duomo.

001_pod_3c_hmc2019.jpeg

Vale la pena fare un passo indietro, al prima della partenza ed alle consuete foto di gruppo e di rito: tocca al Marathon Cremona salire sul palco, le canotte azzurre salgono alla spicciolata, prima della scaletta viene consegnato loro un palloncino, chi blu, chi bianco; sul volto dei ragazzi e delle ragazze si intravede molta emozione, occhi gonfi e pochi sorrisi.

00114_2019_10_24_pod_marathon_hmc_2019.jpeg

Una volta schierati, viene ricordato dalla speaker che un paio di giorni prima, Roberta, una loro compagna con cui hanno condiviso per tanti anni la passione della corsa, e' arrivata al suo ultimo traguardo, la malattia se l'è portata via lasciando un vuoto incolmabile e doloroso anche in cuori allenati e forti come quelli dei suoi compagni, lo sport, la corsa è anche questo.

0011_2019_10_24_pod_marathon_hmc_2019.jpeg

Volano i palloncini nel cielo e la tensione si libera insieme a molte lacrime senza distinzione di appartenenza alcuna, è un momento toccante ed emozionante, confesso che ricordarlo per descrivervelo mi ha commosso, "Ciao Roberta."

00115_2019_10_24_pod_marathon_hmc_2019.jpeg

La gara, quella vera, si conclude dopo un’ora un minuto e e qualche spicciolo di secondi, quando il keniota Mburugu taglia per primo il traguardo è sfiora di due secondi il primato sul percorso.

76_hmc_2018_.jpg

A "gara conclusa" comincia la festa, quella dei "comuni mortali", i 2500 iscritti, tra mezza ed you&me (che anche quest’anno ha fatto jackpot) che hanno colorato le strade di Cremona, le hanno riempite di sorrisi, di fatica, di emozioni, di rumori di cuori pulsanti e di passi come pioggia scrosciante.

0015_2019_10_24_pod_runtome_hmc_2019.jpg

Ad esserci in mezzo, e quest’anno c’ero anche io in staffetta con mio figlio, si ha l'impressione di venire sospinti da una forza, da un entusiasmo, da un’energia comune che va in una sola direzione, l'agognato traguardo.

001_pod_pacer_hmc2019.jpeg

Dopo la partenza in C.so Vittorio Emanuele, restano a terra le paure, i dubbi, le tensioni accumulate, le incertezze non hanno più un senso, non hanno più un nome: una volta che le gambe hanno preso il ritmo l’ordine è quello di non fermarsi fino al traguardo o come il sottoscritto, al cambio della staffetta.

73106563_533611990761373_5862807861448409088_n.jpg

Già al Parco Po si sono formati gruppi, chi si aggrega per amicizia, chi per passo e chi perché segue il palloncino del pacer per fare “il tempo”, il ritorno in città porta gli atleti tra le strette e caratteristiche vive cittadine, le gambe sentono i cambi di direzione e di ritmo forzati, ma è qui che il tifo si comincia a sentire e incita a non mollare.

20-10-2019-Maratonina di Cremona0015.jpg

Il traffico scorre lento, ben gestito, qualcuno borbotta, ma nessuno si lamenta, in realtà un cretino si, lasciatemelo dire, uno (di numero visto che l’eccezione conferma la regola) di quelli che pensa che per farsi capire bisogna urlare (offese): la Maratonina è un evento che è entrato nel cuore dei cremonesi, anche quelli che non la vivono in prima persona, hanno capito che fa bene a chi corre ed a chi la segue.

20-10-2019-Maratonina di Cremona0054.jpg

Il caldo si fa sentire, c’è chi cerca l’ombra, chi il marciapiede per evitare i ciottoli delle strade, chi farebbe meglio a stare più attento ad evitare paletti, cordoli, passanti e gambe di chi lo precede.

20-10-2019-Maratonina di Cremona0056.jpg

Ed eccoci in via Manzoni, che porta dritti dritti al traguardo del 10km ed al cambio della staffetta: la sensazione, nonostante il gonfiabile si veda in lontananza, è che non finisca mai, la gente ti incita e questo aiuta, qui finisce la mia gara, do’ il braccialetto a mio figlio, lo guardo gli urlo “vai Mago!”; questo gesto per me vale molto di più di quello che sembra.20-10-2019-Maratonina di Cremona0063.jpg

Si esce dal centro, il sole non dà tregua, in via Bosco si combatte la battaglia più dura e si suona la carica, ci si incrocia, ci si chiama, ci si incita: su questo lungo “bastone” ci si incrocia con il serpentone dei podisti che rientra in città per gli ultimi 3 km.

IMG_2693.jpeg

Chi torna incita chi va verso il Bosco, è forse la parte del percorso più dura perché lo è mentalmente e fisicamente, il ristoro del 15 km. è manna dal cielo, inversione e poi da lì si intravede la città, il Torrazzo ci chiama, ai suoi piedi il traguardo aspetta e ci si arriva a costo di arrivarci in ginocchio.

IMG-20191021-WA0039.jpg

Aspetto mio figlio all’ingresso della città lo incito, incito i miei compagni, chi è in difficoltà, vado a ritroso fino a via XI febbraio e riparto con lui ad un ritmo che non è mio, fatico ma non mollo; manca poco, il volto dei podisti è segnato dalla fatica, dalla sofferenza e dall’emozione: sensazioni che si mescolano e che si sentono vibrare nell’aria.

IMG_2662.jpeg

Via Manini, via Aporti ed ecco la salita di ciottolata di via Sicardo, gioia e dolore per ogni partecipante, l’ultimo sforzo prima del tripudio finale: difficile descrivere cosa si prova su questi pochi metri di salita, anzi impossibile, dai tutto quello che resta, la fatica ti trattiene e l’emozione ti spinge, l’impressione è di essere su una salita al giro d’Italia di ciclismo, la gente ti sfiora, ti urla "e' finita!", è un momento di trance.

0015_2019_10_23_pod_cremonacorre_hmc_2019.jpg 

La fine della salita, il cartello del 21 km. ed ecco finalmente piazza Duomo e sua maestà il Torrazzo: e festa sia, vorrei che questi ultimi 100 metri non passassero più, ma è troppa la voglia di correre verso il traguardo.
Ognuno vive questi ultimi metri con sensazioni, reazioni ed emozioni diverse, chi volge mani e sguardo al cielo, chi cerca tra il pubblico, chi piange solo, chi si prende per mano, chi arriva al traguardo con i figli, come me.

IMG_2532.jpeg

Fotografando la manifestazione, ho imparato con gli anni che scattare foto due metri prima e due metri dopo il traguardo vuol dire buttarne buona parte: in quei pochi metri si concentra là stanchezza, la sofferenza e la tensione, tutto si scarica in questi pochi metri, ma prima e dopo di questi, ogni immagine vale un bellissimo ricordo.

0018_2019_10_20_pod_runtome_hmc_2019.jpg

Nel frattempo mio figlio mi ha regalato la medaglia più bella, più desiderata, più sofferta: questa staffetta da la possibilità a tanti di condividere un sogno che magari per 21 km è proibitivo, ma per 10 non impossibile.

00120_2019_10_23_pod_cremonacorre_hmc_2019.JPG

Vorrei che in tanti provassero l’emozione di condividere la propria passione e la gioia di questa gara con i propri figli, i propri cari, un’emozione che ti porti dentro per sempre, a Cremona si può.

0018_2019_10_24_pod_marathon_hmc_2019.jpeg

La gentilezza di chi ti mette al collo la medaglia aumenta la commozione, ragazzi giovani che lo fanno con rispetto, attenzione e premura, poi, toccando quella medaglia, un gesto semplice e banale, quasi magicamente le diamo un valore unico ed irripetibile aldilà della sua consistenza fisica.003_go_on_2019.jpg

Il resto sono sorrisi, complimenti, confronti, storie vissute da raccontare e condividere attraverso la passione e la voglia di vivere che ci unisce; un grande plauso agli accompagnatori, o "spingitori" di carrozzelle, che hanno accompagnato al traguardo chi veramente da solo non poteva farlo, con il loro sorriso, i loro colori, i loro fischietti, il loro entusiasmo, stanchi e provati ma sinceramente e semplicemente felici.

Grazie Cremona, grazie HMC.

Immagini di Antonella Li Bianchi e Tiziano Zenzolo

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227
Via Ala Ponzone 1, Cremona
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.