Via alla composizione del roster

Pin It

 

Stabilito lo staff tecnico, ora il focus si sposta sull'allestimento dell'organico che formerà la squadra della Vanoli 2017/18.

Si lavora in ottica molto lungimirante, partendo dall'interessamento per giocatori giovanissimi europei dai mezzi particolarmente promettenti, in modo da portarli, nel giro di quattro anni di formazione, allo status di giocatori italiani. Circa l'assistant coach Flavio Fioretti, si profila un ruolo di coordinatore dell'intero settore giovanile, ragion per cui non si esclude l'idea dell'ingaggio di un secondo assistente allenatore per la prima squadra.

L'arrivo di coach Meo Sacchetti, potrebbe indurre i giocatori attualmente sotto contratto a rivalutare le prospettive di ciascuno. Sia Gaspardo che Wojciechovski, sono in possesso di caratteristiche congeniali al modulo di gioco del neo coach, importante elemento di considerazione, pur in presenza di allettanti proposte, rispettivamente da Pistoia e Treviso; particolarmente, Mian, potrebbe considerare seriamente l'eventualità di rimanere alla Vanoli, malgrado la proposta della Orlandina, e nonostante la probabilissima partecipazione dei siciliani alle competizioni europee.

Si passerà, poi, alla considerazione dei giocatori italiani che completeranno l'organico; Lollo D'Ercole ha trascorso esperienze positive a Cremona, come pure a Sassari con coach Sacchetti.

Ma prima, si procederà all'identificazione degli "Under 19" da inserire in organico: un nominativo potrebbe essere l'ala grande Alessandro Simioni, in prestito dalla Umana Venezia all'Alma Trieste, con la cui maglia è in corso di finale di A-2 contro la Virtus Bologna, proprio questa sera in Gara3 a Trieste.